Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio Eccellenza playoff, l’Atletico Ascoli supera la Jesina e continua a sognare

I piceni passano ai supplementari e adesso sfideranno il Terranuova Traiana (andata in Toscana, domenica 29 maggio)

Uno scatto pre-gara di Atletico Ascoli-Jesina

CASTEL DI LAMA – L’Atletico Ascoli vince la finale regionale playoff di Eccellenza, non basta una Jesina infinita. I piceni passano 2-1 al termine dei tempi supplementari e proseguono il loro percorso verso la Serie D.

Il primo tempo è un monologo dei locali, capaci di sbloccare in avvio il match con la rete di Nunez, che anticipa tutti su dolce invito di Felicetti. I leoncelli accusano il colpo, non riescono a reagire e i piceni sciupano più volte il raddoppio. L’occasione più ghiotta capita sui piedi di Nunez, che ben servito da Mariani – il migliore dei suoi -, colpisce in pieno l’estremo difensore Minerva. La ripresa è nettamente più equilibrata. La formazione di mister Marco Strappini sfiora subito il pari con Cameruccio che da distanza siderale centra la traversa. Si rivede l’Atletico Ascoli con il solito Mariani, l’esterno semina il panico, calcia e la sfera sfila di poco a lato. La Jesina continua a spingere, ma serve un piazzato per timbrare l’1-1. Ci pensa Perri a incaricarsi della battuta dal limite, pescando l’angolino e sorprendendo David. Riecco Mariani, incontenibile, ma trova la risposta di Minerva. L’ultima chance dei regolamentari è per gli ospiti: Monachesi dribbla in area, crossa forte e David respinge, a rimorchio arriva Rossi ma sempre David sventa il pericolo.

Ai supplementari saltano schemi e nervi. L’episodio chiave è un calcio di rigore richiesto dalla Jesina per un contatto Mariani-Rossi che avrebbe potuto risultare fatale per i piceni. Il direttore di gara Racchi ha lasciato proseguire, per poi espellere poco più tardi Lucarini per un intervento su Galli. Rosso diretto, severo, tanto severo. L’Atletico Ascoli in superiorità numerica prosegue a sciupare match point ma allo scadere è bomber Galli a siglare il 2-1. La festa dei piceni parte solamente in seguito a una mischia tra le due panchine, figlia di una posta in palio altissima. Ci può stare, chi ha vissuto un campo da calcio capirà. Da sottolineare però la grande correttezza vista per tutto l’arco della gara.

La stagione, meravigliosa, della Jesina si conclude qua. La marcia dell’Atletico Ascoli verso la Serie D continua, ora ci sarà il doppio confronto con il Terranuova Traiana (andata in Toscana, domenica 29 maggio; ritorno nelle Marche domenica 5 giugno).

TABELLINO ATLETICO ASCOLI-JESINA 2-1 d.t.s.

ATLETICO ASCOLI (4-3-3): David; Marucci, Casale, Lanza, Felicetti; Ambanelli (98′ Mariani Gibellieri), Gabrielli, Vechiarello (89′ Raffaello); Petrucci (72′ Giovannini), Nunez (72′ Galli), Mariani. All. Giandomenico.

JESINA (4-3-1-2): Minerva; Martedì, Lucarini, Mistura, Cameruccio; Zagaglia (60′ Giovannini), Garofoli (60′ Domenichetti), Rossi; Nazzarelli (90′ Tiriboco); Perri (105′ Giorgetti), Monachesi. All. Strappini.

ARBITRO: Racchi di Ancona.

RETI: 4’ Nunez, 64′ Perri, 120′ Galli.

NOTE: espulsi Lucarini al 110′ per condotta violenta e Garofoli al 122′ dalla panchina; ammoniti Garofoli, Domenichetti, Giovannini; recupero 4′ pt + 5′ st + 3′ pts +2′ sts.