Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio dilettanti, c’è attesa per la riunione decisiva tra Regione Marche e Figc

A Palazzo Raffaello si incontreranno i vertici del calcio regionale con il governatore Francesco Acquaroli per stabilire l'inizio dei campionati. Presenti anche Coni e Gores

Regione MArche

ANCONA- Il calcio dilettantistico, quello dalla Promozione in giù, attende la riunione di domani in programma a Palazzo Raffaello alle 14.30 tra Regione Marche, Figc Marche, Coni e Gores. Solo al termine del tavolo regionale, e del successivo consiglio direttivo federale, si riuscirà a capire se e quando inizieranno i campionati previsti al momento per il 24 ottobre. Sono stati giorni intensi per il presidente della Figc-Lnd Marche Paolo Cellini che ha incontrato i club di Promozione, Prima e Seconda categoria per provare a capire gli indirizzi e la volontà sullo scendere regolarmente in campo. Ieri, inoltre, il delegato C5 Marco Capretti, si è relazionato con le società di Futsal sui medesimi argomenti.

Da quello che filtra, seguendo anche le dichiarazioni delle ultime ore, la Promozione dovrebbe essere regolarmente ai nastri nel weekend del 24-25 ottobre. Allo start anche la Juniores regionale, strettamente collegata alle società di Eccellenza e Promozione. In attesa ci sono Prima categoria, Seconda categoria e Calcio a 5 (Serie C1, C2, U21 e U19) per cui non sembra utopia pensare ad uno slittamento in avanti. Da chiarire c’è anche il discorso relativo alle categorie giovanili con il Dpcm di domenica che non ha chiarito bene quali si fermano fino al 13/11 e quali vanno avanti.

Sempre nel medesimo tavolo si discuterà anche di quarantena in caso di positività all’interno di un gruppo squadra e di condizioni per il rinvio di una partita. I vertici federali chiedono univocità e uniformità all’autorità regionale onde evitare la mera discrezionalità della situazione e la diversa gestione nei trattamenti da parte delle Asur provinciali.