Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio, l’Ascoli vince anche a Cosenza e torna in zona play off

Un Bidaoui strepitoso trascina i bianconeri al successo per 3-1. In gol Collocolo, Caligara su rigore e Iliev nel finale

bidaoui, credits ascolicalcio 1898

ASCOLI – Uno straordinario Bidaoiu trascina l’Ascoli alla vittoria contro il Cosenza. Nella seconda gara esterna consecutiva, la formazione rimaneggiata di Sottil ha centrato il bis dopo il successo di Terni ed è tornata nella zona play off del campionato di serie B. Merito dell’attaccante belga che sulla fascia sinistra ha fatto quello che voleva, propiziando gol e rigori per i bianconeri, ma anche di una squadra compatta e attenta in difesa e in grado sempre di essere pericolosa in avanti. Soprattutto nel primo tempo, dominato in lungo e in largo nonostante le pesanti assenze di alcuni titolari, Dionisi in primis.

Bianconeri in vantaggio ad inizio match

Il match in Calabria si è messo subito bene, con la rete del primo vantaggio ascolano arrivata già al 6′ grazie a Collocolo. Il Cosenza reagiva al 12′ con un tiro cross di Carraro che non aveva esito, ma l’Ascoli tornava ad essere pericoloso con Bidaoui al 13′ e in particolare al 16′ con Saric. Al 28′ era ancora Bidaoui che penetrava nella difesa del Cosenza e tirava secco in area colpendo il palo. I padroni di casa tornavano in attacco ma i bianconeri si difendevano bene, grazie alla regia di Bellusci e tornavano a sfiorare il gol con Caligara al 40′ ( staffilata di poco a lato della porta calabrese).

Cosenza resta in 10 nel secondo tempo

Nella ripresa subito altra palla d’oro per Saric, che al 48′ veniva servito al centro dell’area da Bidadoui ma sparava incredibilmente alto. Al 51′ il Cosenza rimaneva in 10 per l’espulsione di Bittante a seguito di un fallo su Eramo. Sembrava fatta per l’Ascoli, in vantaggio sul campo e con un uomo in più. Ma al 55′ arrivava imprevista l’autorete dell’attaccante bianconero Tsadojut, alla sua seconda gara con il Picchio, che in difesa colpiva di testa e mandava la sfera nella propria porta senza che l’estremo difensore Leali potesse raggiungerla.

Scossa dalla nuova situazione, la formazione di Sottil si rilanciava in avanti, creando svariate opportunità di andare in gol. Ma senza però riuscire a concretizzare il volume di gioco prodotto. Ci voleva ancora il sontuoso Bidaoui a sbloccare il risultato.

Bidaoui sontuoso propizia gol e rigori

Al 69′ l’attaccante entrava ancora in area avversaria, dribblava un difensore e veniva sgambettato : l’arbitro Meraviglia a due passi dall’azione decretava il rigore per l’Ascoli. A segnare dal dischetto ci pensava poi Caligara, al secondo gol dopo Terni. Ma nonostante il nuovo vantaggio la partita non era ancora chiusa. Restando in bilico per alcune puntate offensive del Cosenza. Fino a quando il centravanti bulgaro Iliev, subentrato nel secondo tempo non siglava all’85’ la terza rete bianconera, calciando bene al volo da distanza ravvicinata con la porta calabrese. Quattro minuti di recupero e match terminato : risultato finale Cosenza – Ascoli 1-3. Con la vittoria di oggi il Picchio sale a 32 punti in classifica riportandosi all’ottavo posto in zona play off.