Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

L’Ascoli attende la Ternana e continua a sognare la Serie A. Buchel: «Vogliamo regalare una grande gioia a tutta la città»

Per i bianconeri sarà fondamentale vincere per scalare posizioni in classifica e poter giocare in casa il primo spareggio promozione. Il centrocampista Marcel Buchel suona la carica in vista del match di venerdì (6 Maggio) al Del Duca

Marcel Buchel (Foto: ufficio stampa)

ASCOLI – Cresce l’attesa, ad Ascoli, per l’ultima giornata del campionato di serie B. I bianconeri, già certi della partecipazione ai playoff, sognano di tornare in A. Venerdì sera (6 Maggio) alle 20.30, allo stadio Del Duca, arriverà la Ternana per la 38esima giornata. La squadra di Sottil, settima in classifica, proverà a chiudere la ‘regular season’ con altri tre punti che, molto probabilmente, le consentirebbero di scavalcare altre posizioni in classifica e, magari, giocare in casa il turno preliminare dei playoff.

La carica di Marcel Buchel

A parlare, in casa Ascoli, è il centrocampista Marcel Buchel, che è tornato sulla vittoria di Cremona, ottenuta sabato scorso. Mister Sottil, nella sala stampa dello Zini, aveva detto che aver raggiunto i playoff rappresentasse il giusto premio ai tanti sacrifici di un gruppo che, lo scorso anno, aveva compiuto l’impresa ottenendo una salvezza incredibile: «È stata la stessa gioia, ma sono due cose diverse – spiega Buchel -. La salvezza dell’anno scorso è stata come vincere il campionato. Giocarsi la possibilità di andare in serie A non è da tutti, raggiungere i playoff è una cosa unica. Adesso, però, dobbiamo prima pensare alla Ternana. Nella partita di venerdì sarà molto importante far bene perché vogliamo giocarci il primo turno in casa. Affronteremo la Ternana come se fosse una partita da playoff perché poi giocheremo subito, qualche giorno dopo. Sarà importante approcciarsi bene e prendere fiducia per lo sprint finale. Daremo tutto, come sempre, e proveremo a vincere questa partita». L’ultimo pensiero è per i tifosi. La prevendita è aperta da due giorni e le presenze sono già a quota 4.500. «Sarà un’atmosfera bellissima – conclude Buchel -. Poi quando la partita è di sera è l’ideale, ti senti più ‘giocatore’, penso che i tifosi daranno quel qualcosa in più, anche se non mancano mai. Sono la nostra forza in più, il dodicesimo uomo in campo, spero e sono convinto che venerdì sarà la prima battaglia per poi fare bene ai playoff».

Le altre sfide

Per quanto riguarda le altre sfide della 38esima giornata, l’unica che non conta nulla è Crotone-Parma, in programma alle 18.15: i calabresi, infatti, sono già retrocessi in serie C, mentre gli emiliani sono aritmeticamente salvi. Le altre sfide si giocheranno tutte in contemporanea alle 20.30: oltre ad Ascoli-Ternana ci saranno Benevento-Spal, Lecce-Pordenone, Brescia-Reggina, Perugia-Monza, Frosinone-Pisa, Como-Cremonese, Cosenza-Cittadella e Alessandria-Vicenza. In ottica promozione, al Lecce basta battere il Pordenone già retrocesso per festeggiare il ritorno in A. Il secondo posto, che vale anch’esso la promozione diretta, se lo giocheranno Monza e Cremonese. Per i playoff, l’ultimo posto se lo contendono Frosinone e Perugia, ma ai ciociari basta un pareggio. Nella parte bassa della graduatoria, infine, Crotone e Pordenone sono già retrocesse. Retrocederà direttamente una tra Vicenza, Cosenza e Alessandria, mentre le altre due si sfideranno nei playout.

La classifica

Ecco, dunque, la classifica di serie B a una giornata dal termine della stagione: Lecce 68; Monza 67; Cremonese 66; Pisa 64; Benevento, Brescia 63; Ascoli 62; Frosinone 58; Perugia 55; Ternana 54; Cittadella 52; Como 47; Reggina, Parma 46; Spal 39; Alessandria 34; Cosenza 32; Vicenza 31; Crotone 26; Pordenone 18.