Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio serie C, mister Colavitto dell’Ancona Matelica: «A Cesena senza timori»

I dorici affronteranno il Cesena con la stessa formazione che ha battuto l'Imolese una settimana fa. Moretti acciaccato, Del Sole recupera. Squadra accompagnata da 1700 tifosi

Mister Colavitto

Nessun calcolo, zero timori reverenziali. L’Ancona Matelica, che oggi pomeriggio (domenica 10 ottobre), scende in campo al Manuzzi di Cesena, proverà a mettere alle corde i romagnoli. Parola di mister Colavitto. «Ogni partita si scende in campo per vincere e anche fuori casa. Guai a fare calcoli, voglio una squadra pronta a soffrire e stringere i denti. Siamo ancora all’inizio del campionato, di acqua sotto i ponti ne deve passare parecchia. Oggi l’avversario si chiama Cesena, domani potrebbe chiamarsi Montevarchi, Carrarese o Reggiana. La mentalità che ho inculcato ai ragazzi non deve variare, i tre punti sono sempre importanti indipendentemente dal contesto. Non possiamo prenderci il lusso di sottovalutare nessuno, meno che meno il Cesena che è una squadra rodata, forte e di categoria. Per noi rappresenta una piccola finale, l’approccio fa la differenza in certe occasioni». 

Nello scorso torneo durante i playoff la gara fu emozionante…
 «La vittoria esterna con il Cesena nei playoff, professionalmente, ha rappresentato l’apoteosi per come è arrivata e come è maturata. Personalmente, tuttavia, ha dato vita ad un periodo durissimo che è stato quello del Covid che ha colpito me e il gruppo squadra».

Mister, cosa ne pensa del Cesena?
«Affrontiamo una squadra che vorrà sbloccarsi in casa e che ha numeri importanti soprattutto in fase difensiva. A livello d’organico hanno mantenuto tanti interpreti dello scorso anno pertanto vanno considerati come una compagine già oliata. L’esperienza di qualche elemento può fare la differenza? Questi discorsi sono sempre relativi. È il gruppo che vince le partite, il curriculum va sempre messo a disposizione della squadra». 

Che effetto vi fa sapere che a darvi supporto ci saranno tantissimi tifosi?
 «Fa piacere vedere così tanti tifosi che ci seguono. Sta a noi adesso far mantenere alto quest’entusiasmo».

Sulla formazione che scenderà in campo, in conclusione, un paio di indicazioni: «Tra i pali penso di riconfermare Vitali. Moretti? Sarà convocato ma difficilmente verrà in panchina, ha ancora dei problemi alla caviglia».
Per il resto si va verso la riconferma dell’undici anti-Imolese con l’inserimento, sull’out di sinistra, di Di Renzo al posto di Maurizii.