Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Italservice Pesaro da sballo: supera la Feldi Eboli e vola in Finale di Coppa Italia

Grande prova di carattere e cuore da parte dei biancorossi. Sotto 2 a 0 ad inizio ripresa, Borruto (doppietta), Marcelinho e Canal firmano la remuntada. Domani alle 18 sfida decisiva contro i campioni in carica dell'Acqua&Sapone

Borruto esulta dopo un gol in semifinale contro la Feldi Eboli

FAENZA – La gioia dopo la sofferenza ha un sapore più dolce. L’Italservice Pesaro è in finale di Coppa Italia dopo aver visto l’inferno in un primo tempo nel quale la Feldi Eboli l’aveva messa sotto scacco con un pressing asfissiante che pareva aver oscurato le stelle.

Ma le stelle alla fine trovano sempre il modo di brillare e dallo 0-2 l’Italservice risale sulle spalle dei suoi fuoriclasse, Borruto e Marcelinho, che in un solo minuto riescono ad impattare un match che pareva segnato. Non basta: ‘Titi’ è scatenato e nel giro di due minuti infila anche il 3-2, con Eboli finita sotto choc dopo una prestazione quasi perfetta.

Così, nel giro di un batter d’ali, la squadra di mister Colini si riprende in mano il suo sogno e lo corona con Canal che a 2′ dal gong scaccia i fantasmi dopo il nuovo pareggio di Arrieta, già autore del primo gol campano, mentre era stato il portiere-attaccante Laion a siglare da metà campo il 2-0 che aveva fatto temere una brutta serata per i colori biancorossi. Però la classe non è acqua e l’Italservice ha trovato il modo di risalire dal fosso prima che fosse troppo tardi.

Tutto ciò di fronte ad oltre tremila spettatori che hanno riempito gran parte del PalaCattani di Faenza, sede delle Final Eight. Domani lì si giocherà anche la finalissima. Alle ore 18 i biancorossi si contenderanno la Coppa Italia e la coccarda tricolore contro i campioni in carica dell’Acqua & Sapone, che nella seconda semifinale hanno sconfitto 7 a 3 la Real Rieti.

A supporto dei Colini-boys dalle Marche partiranno circa duemila sostenitori. Al PalaCattani è atteso il tutto esaurito, Pesaro potrà contare anche sul grande calore dei suoi tifosi per scrivere una grande pagina di storia di questo sport.