Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

La The Supporter torna a sorridere, battuta con brivido Giulianova

L’Aurora Jesi gioca una buona gara al PalaTriccoli, malgrado un ultimo quarto da incubo, e riesce ad avere la meglio, non senza sudare, sugli abruzzesi

The Supporter Jesi - Giulianova

JESI – La The Supporter Jesi batte Giulianova al PalaTriccoli. Ma che spavento. Ultimo quarto da incubo per gli uomini di casa, che dilapidano un vantaggio considerevole rischiando addirittura di perdere. Finisce 66-64.

Aurora in campo con Giacchè, Mentonelli, Magrini, Ferraro, Quarisa. Per gli abruzzesi, allenati dall’indimenticato ex coach Andrea Zanchi, starting five composto da Panzini, Dron, Cacace, Di Carmine, Thiam. Prima bomba per Panzini, al quale risponde Ferraro. Match gradevole già in avvio, con entrambe le squadre che mostrano fluidità di gioco. L’arancioblu Magrini parte subito fortissimo siglando ben 12 punti dei 19 messi a segno dai suoi nel primo quarto.

Magrini piazza subito un’altra tripla, regalando alla The Supporter il +7, ma soprattutto il coraggio che è un po’ mancato nelle ultime partite. Gli jesini giocano più “sciolti”, facendo girare palla e difendendo forte sulle linee di passaggio. Sale in cattedra anche Giampieri per il +11. Jesi è in pieno controllo della partita e finalmente si rivede quanto di piacevole i ragazzi di coach Marcello Ghizzinardi avevano mostrato a inizio stagione. Unico neo, i tiri liberi, che continuano a essere sistematicamente sbagliati (impietoso il 3/14 a fine primo tempo, per fortuna “bilanciato” dall’8/15 da tre punti). Fine primo tempo.

The Supporter Jesi – Giulianova

Passano ben due minuti prima di vedere un canestro. A siglarlo è Giacchè. Lo segue ancora Giampieri dalla lunga distanza, copiato dall’abruzzese Dron. Ma il match improvvisamente svolta. Qualche azione e Jesi – grazie a triple, palle rubate e tigna sotto canestro – prende il largo, arrivando fino al +21. Giulianova non molla e riesce a ridurre lievemente il gap.

Ultimo quarto. Aurora in confusione e Ghizzinardi è costretto a chiamare immediatamente timeout per riordinare le idee agli uomini del quintetto. La Giulia si avvicina fino al -11, Jesi non trova la retina per quattro lunghissimi minuti. È Ferraro a infilare la bomba che regala ossigeno alla The Supporter. Ma poco dopo si becca un tecnico assolutamente evitabile a seguito di un fallo. 61-51 dice il tabellone a quattro minuti dal termine. L’Aurora, però, si spegne. Completamente. Tersillo piazza la tripla per Giulianova, oltre a due liberi. Quindi Thiam fa due su due dalla lunetta sfruttando un fallo inutile di Ferraro in attacco. Con una manciata di secondi ancora da giocare, Jesi deve difendere con i denti il +2. Fatica non poco, ma ci riesce, vincendo una partita che ha rischiato seriamente di buttar via. A mettere la parola fine è Giacchè con due liberi segnati. Termina 66-64.

The Supporter Jesi – Globo Giulia Basket Giulianova: 66-64 (19-17, 37-28, 54-36)