Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Altra sconfitta per la The Supporter Jesi. Roseto detta legge

Abruzzesi sempre avanti con merito al PalaTriccoli. Quarto risultato negativo in fila per l’Aurora, in crisi di fiducia. Servono a poco i 27 punti di Magrini

The Supporter Jesi - Liofilchem Roseto

JESI – Quarta sconfitta consecutiva per la The Supporter Jesi, che al PalaTriccoli viene battuta agevolmente dalla Liofilchem Roseto. Partita quasi senza storia, al netto di un primo quarto dove comunque si intuiva come sarebbe potuta finire. Il punteggio parla da solo: 68-86.

Aurora in campo con Giacchè, Giampieri, Magrini, il recuperato Ferraro e Quarisa. Dall’altra parte, Di Emidio, Pastore, Lucarelli, Serafini, Nikolic. Gli ospiti, primi in classifica, partono subito forte, mostrando una buona intesa in campo e valide individualità. Alto il punteggio per gli standard arancioblu, come fa notare – sgolandosi – dalla panchina il coach jesino Marcello Ghizzinardi. I lunghi abruzzesi fanno particolarmente male agli uomini di casa, che si affidano a Magrini per restare attaccati.

La tripla di Pastore in avvio di secondo quarto manda in tilt la The Supporter, che finisce sotto di 13 punti nel giro di un paio di azioni. Timeout obbligato per la panchina. Roseto alza considerevolmente l’intensità difensiva, sporcando tutte le linee di passaggio jesine. Giacchè, dopo ben cinque minuti, riesce a sbloccare il tabellone per i suoi. Ed è ancora lui, subito dopo, a piazzare un bell’arresto e tiro in area. Ma non basta perché la Liofilchem non sbaglia più un colpo, arrivando fino al +17. Si va negli spogliatoi.

The Supporter Jesi – Liofilchem Roseto

Si parte e arrivano subito due triple, una per parte (Giacchè e Amoroso). L’Aurora stringe un po’ le maglie in difesa, ma gli abruzzesi continuano a segnare trovando soluzioni abbastanza agevoli. Di Emidio non sbaglia nulla e vanifica gli sforzi degli arancioblu in rincorsa. La sensazione dalle tribune semi-vuote è che siano proprio differenti i valori sul parquet e l’assenza di Rizzitiello rende tutto ancora più complicato. La tripla allo scadere dell’aurorino Mentonelli fissa il punteggio a 55-65.

Ultimi dieci minuti da giocare. La The Supporter deve tentare il tutto per tutto, contro una compagine che dimostra, azione dopo azione, di poter sfoderare molte più armi. La speranza di recuperare dura poco, Di Emidio e Amoroso infilano due bombe pesantissime che di fatto chiudono un match mai veramente in discussione. A 5 minuti dal termine iniziano a scorrere i titoli di coda.

The Supporter Jesi – Liofilchem Roseto: 68-86 (21-27, 31-46, 55-65)