Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

The Supporter Jesi da incubo, al PalaTriccoli passa anche Imola

L'Andrea Costa si impone meritatamente sul parquet di via Tabano contro un'Aurora che continua a faticare nel mantenere la concentrazione

The Supporter Jesi - Andrea Costa Imola

JESI – PalaTriccoli terra di conquista. Dopo Giulianova, anche l’Andrea Costa Imola passeggia contro la The Supporter Jesi. 55-68 il punteggio finale. Unica nota lieta della serata, il bel gemellaggio che si rinnova ogni volta fra le due tifoserie, a prescindere dalla categoria.

Aurora in campo con Fabi, Magrini, Fioravanti, Ferraro, Gloria. Rispondono gli ospiti con Trapani, Calabrese, Carnovali, Cusenza, Vigori. Pronti, via, Fioravanti subito a canestro in semi-schiacciata. Immediata la risposta da sotto le plance di Trapani. Gara vivace, con le due compagini che si fronteggiano a viso aperto. Si corre sul parquet e il poco pubblico del palas di via Tabano, appena 240 anime, sembra gradire. Buona la prova dell’arancioblu Calvi in uscita dalla panchina. Il secondo parziale, dopo un primo quarto assolutamente equilibrato, si apre con la bomba di Magrini, a cui replica in penetrazione un ispirato Trapani, assoluto trascinatore dei biancorossi. Si procede punto a punto, nessuna delle due squadre riesce ad accelerare nel punteggio.

Si riparte dopo la pausa lunga e si fatica a segnare. Non proprio uno spot per la pallacanestro l’avvio del terzo parziale. Imola, comunque, ci crede molto di più e sfrutta alcune incomprensibili amnesie dei padroni di casa portandosi avanti di nove punti. La The Supporter è altrove con la testa, non si capisce bene per quale motivo, e subisce addirittura la tripla del +12 di Carnovali. È la fotocopia del brutto match contro Giulianova. Ancora Carnovali dall’arco. Jesi è al tappeto: la reazione è a salve.

Ultimo parziale. Altra tripla degli imolesi, mentre l’Aurora continua a sbagliare tiri liberi ed evitare i canestri. Uno spettacolo davvero poco edificante quello offerto dagli uomini di coach Massimo Meneguzzo. Finisce così, con la curva che intona un emblematico “Non vinciamo mai”.

The Supporter Jesi – Andrea Costa Imola: 55-68 (21-16, 33-32, 44-51)

The Supporter Jesi: Massimiliano Ferraro 11 (1/1, 3/3), Mattia Magrini 9 (0/3, 1/9), Matteo Fioravanti 9 (2/4, 1/6), Mirko Gloria 8 (3/11, 0/3), Giorgio Calvi 8 (3/3, 0/0), Matteo Fabi 6 (0/1, 2/5), Daniele Cocco 4 (2/3, 0/0), Nelson Rizzitiello 0 (0/0, 0/1), Antonio Valentini 0 (0/0, 0/2), Alex Ginesi 0 (0/0, 0/0), Rezart Memed 0 (0/0, 0/0), Giacomo Moretti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 25 – Rimbalzi: 40 9 + 31 (Mirko Gloria 13) – Assist: 13 (Mattia Magrini, Matteo Fabi 4)

Andrea Costa Imola: Emanuele Trapani 22 (8/13, 0/5), Tommaso Carnovali 14 (0/2, 4/9), Alessandro Vigori 13 (4/5, 1/1), William luca Wiltshire 8 (1/6, 1/4), Carlo Trentin 7 (1/1, 1/1), Luca Fazzi 4 (1/3, 0/3), Kevin Cusenza 0 (0/2, 0/0), Nicola Calabrese 0 (0/4, 0/3), Giacomo Guidi 0 (0/0, 0/0), Matteo Fussi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 25 – Rimbalzi: 39 8 + 31 (Kevin Cusenza 9) – Assist: 9 (Emanuele Trapani 3)

Exit mobile version