Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Termoforgia, non c’è due senza tre?

Le vittorie consecutive con Imola in trasferta e con Cagliari in casa hanno risollevato il morale dell'Aurora Jesi. Domenica, a Cento, la sfida che vale una stagione. Coach Cagnazzo: «Lavoreremo duro per vincerla»

Termoforgia Jesi - Baltur Cento

JESI – Baltur Cento – Termoforgia Jesi. In quaranta minuti, suddivisi in quattro tempi, la sfida che vale una stagione. Per entrambe le squadre. Domenica 14 aprile, in terra emiliana, l’Aurora Jesi, 18 punti in classifica, sfida la Benedetto XIV, due punti in meno. L’obiettivo di entrambe le compagini è scontato: salvarsi evitando i playout. All’andata vinsero gli arancioblu di nove punti e bisognerà fare attenzione anche alla differenza canestri.

L’ambiente jesino è finalmente rinfrancato e la bella vittoria contro la Hertz Cagliari all’Ubi Banca Sport Center, importantissima, ha dato nuova linfa a squadra e tifosi. Ora ci sono 4 giorni per preparare il difficile match. Vincere, per la Termoforgia, potrebbe significare salvezza diretta senza passare dai playout.

«Prepareremo la partita lavorando duro da domattina come ogni settimana, con in più la consapevolezza del valore della posta in palio – dice coach Damiano Cagnazzo -. Cercheremo di essere al massimo delle nostre possibilità domenica per giocarci tutte le nostre possibilità di vittoria».

Jesi farà affidamento sulla certezza Rice e sul ritrovato Knowles che, superati i problemi fisici, sta facendo vedere di che pasta è fatto. I tifosi si stanno già organizzando per non far mancare il loro apporto. Ore 18, PalaSavena di San Lazzaro. Astenersi deboli di cuore.