Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Tegola sulla Ristopro Fabriano: 5 giornate di squalifica a Davis

Lo sputo in faccia all’arbitro Scrima costa caro al giocatore americano e di conseguenza alla squadra biancoblù che giocherà senza di lui fino a metà gennaio. La società condanna il gesto ed è solidale con il direttore di gara

Dwayne Davis in azione domenica a Scafati (foto di Martina Cirillo)

FABRIANO – Continua a piovere, anzi a grandinare, sulla Ristopro Fabriano, ultima in classifica in serie A2 con 4 punti. Il giudice sportivo ha inflitto 5 giornate di squalifica al giocatore americano Dwayne Davis in seguito alla scomposta reazione, con tanto di sputo in faccia, avuta dal giocatore nei confronti dell’arbitro Alberto Scrima di Catanzaro al 38’ minuto della partita persa domenica a Scafati.

«Squalifica per 5 gare – si legge nella relazione del giudice sportivo – per aver tenuto un comportamento gravemente offensivo, anche con gesti plateali, nei confronti degli arbitri e per aver sputato in pieno volto al primo arbitro al momento dell’uscita dal campo di gioco a seguito dell’espulsione. Nella determinazione della sanzione, rispetto al minimo previsto di 4 giornate (1 per il comportamento offensivo più 3 per lo sputo che ha colpito direttamente al volto l’arbitro) è stata aggiunta una giornata, tenuto conto dell’aggravante dell’aver agito per futili motivi».

Davis, il miglior realizzatore della Ristopro con 18,8 punti di media, potrà tornare in campo tra un mese e mezzo, il 16 gennaio nel match casalingo con Forlì.

Fabriano, insomma, dovrà affrontare le prossime 5 partite (delle quali 4 sono scontri diretti per la salvezza), senza il suo giocatore più importante in attacco. 

Ovviamente la decisione del giudice sportivo in queste proporzioni era attesa dalla società, che già prima dell’uscita del verdetto aveva diramato un comunicato stampa, condannando il gesto del proprio giocatore, che già aveva avuto delle ruggini con lo stesso direttore di gara nel match di SuperCoppa del 18 settembre a Nardò, quando venne ugualmente espulso.

«In riferimento al deplorevole episodio che ha visto coinvolto il tesserato Dwayne Davis nella parte finale dell’ultimo periodo della gara di domenica a Scafati – si legge nella nota della società fabrianese – la Ristopro Janus Basket Fabriano esprime la propria sincera solidarietà al primo arbitro, signor Alberto Scrima. Il comportamento tenuto dal giocatore non rispecchia in alcun modo i valori sportivi che da sempre contraddistinguono la nostra società ed il senso civico della città di Fabriano e, pertanto, va stigmatizzato. La Janus Basket Fabriano applicherà le dovute sanzioni nei confronti dell’atleta non escludendo alcuna azione utile per tutelare la propria immagine».