Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Una Ristopro Fabriano “superficiale” scivola a San Severo

Cartai sconfitti nella seconda giornata di SuperCoppa di A2. Coach Pansa: «Troppe palle perse, anche quando siamo andati avanti di nove non siamo mai stati in pieno controllo di quello che facevamo»

Dwayne Davis della Ristopro Fabriano top-scorer con 28 punti ma non è bastato (foto di Antonio Giammetta)

FABRIANO – Avanti per 27 minuti, ma, come dirà coach Lorenzo Pansa nel dopo-gara, «mai in controllo della partita». E così la Ristopro Fabriano, dopo aver condotto anche di nove punti (36-45 al 24’), negli ultimi quindici minuti viene rimontata e ampiamente sconfitta a San Severo dalla locale Allianz Pazienza per 84-72. Si è trattato della seconda giornata del girone Bianco di SuperCoppa serie A2, che adesso presenta una classifica con le quattro squadre (Nardò, San Severo, Fabriano e Chieti) tutte appaiate a 2 punti.

Fabriano, dicevamo, ha fatto un passo indietro rispetto al match vinto sabato scorso all’esordio con la Lux Chieti. I biancoblù hanno avuto i due americani prolifici, 46 punti in coppia per Davis (28) e Smith (18), ma complessivamente in questo match sono mancate la quadratura e la fluidità di squadra, rispetto a una San Severo che (con un solo Usa a disposizione, Sabin) ha messo sul parquet tanta intensità ed energia.

«Abbiamo giocato una partita troppo superficiale per pensare di venire a fare risultato fuori casa, basta pensare alle nostre 20 palle perse, frutto certamente del buon lavoro difensivo di San Severo, ma anche dovute ad errori nostri – è il commento dell’allenatore biancoblù Lorenzo Pansa. – Anche quando siamo stati avanti di nove, non eravamo mai nel pieno controllo di quello che stavamo facendo, a differenza di sabato scorso nella vittoria con Chieti».

La cronaca

La Ristopro parte subito fortissimo con uno 0-8 dopo quattro minuti, costringendo San Severo già a tre falli di squadra in un amen. Il primo canestro dei padroni di casa arriva con Serpilli a 4’ 20” (3-8). I cartai allungano fino al 7-14 dell’8’ grazie ad un frizzante Smith. A questo punto San Severo si desta e con sette tiri liberi di fila a segno più un canestro dalla distanza di Tortù, passa avanti in un amen sul 16-15 al 9’. Si va al primo mini riposo con Fabriano che torna avanti 16-17.

Nel secondo quarto stessa musica. La Ristopro dà subito gas con un ispirato Davis, tanto da costringere il coach locale Bechi al time-out sul 18-24. Prosegue comunque lo show di Davis con un altro gioco da tre punti per il 18-27 in favore di Fabriano, massimo vantaggio dei primi due quarti. I biancoblù di coach Pansa, in questo frangente, hanno anche ripetute possibilità di allungare ulteriormente il vantaggio, ma fanno un pò di confusione in attacco. I gialloneri di casa ne approfittano per ricucire un po’ lo strappo, Berra da tre firma il 28-32 al 17’. Negli ultimi tre minuti è Smith a riemergere per Fabriano, autore dei cinque punti con cui si va al riposo lungo sul 30-37.

Nel terzo quarto le due squadre aprono il fuoco con un paio di “botta e risposta” dalla distanza più un bel gancio di Thioune (36-42 al 23’). Lo stesso Thioune, nell’azione successiva, completa un gioco da tre punti (canestro e fallo) che riportano Fabriano al suo massimo vantaggio di 9 lunghezze sul 36-45. E’ il 24’ e a questo punto la partita cambia padrone. San Severo aumenta progressivamente l’intensità di gioco e la pressione sui portatori costa ai fabrianesi diverse palle perse. In quattro minuti i padroni di casa ribaltano l’incontro, passando avanti al 28’ con una tripla di Sabin (55-52). I gialloneri di casa continuano a ferire dalla lunga distanza per altre due volte, fino a concludere il terzo quarto 61-57 con un parziale nei dieci minuti di 31-17. 

L’ultimo quarto si apre con un’altra tripla del fabrianese Davis, ma gli risponde Sabin che conduce la sua squadra al massimo vantaggio di 9 lunghezze al 33’ (66-57). Non è finita, però. La Ristopro ci crede e realizza un contro-break di 0-8 grazie a quattro punti di Thioune, due liberi di Marulli e un canestro di Baldassarre (66-65 al 35’). Ancora Sabin e Piccoli da tre restituiscono sicurezza a San Severo (71-65 al 36’). Risponde Davis con due liberi e la quinta tripla della sua partita (74-72 al 38’), ma è l’ultimo contatto di Fabriano. Nelle due azioni successive Piccoli e Serpilli feriscono ancora da oltre l’arco (80-72 al 39’) chiudendo di fatto il match, che termina poi 84-72.

La Ristopro Fabriano tornerà in campo per la terza e ultima giornata domani, sabato 18 settembre, ancora in trasferta a Nardò (ore 20.30). I giochi sono ancora aperti per il passaggio del turno, «ma prima di tutto dobbiamo pensare a diventare consistenti», conclude coach Pansa.

Allianz Pazienza San Severo – Ristopro Fabriano = 84-72 

Allianz Pazienza San Severo – Sabin 21 (3/9, 4/9), Moretti 15 (7/9), Tortù 12 (3/4, 0/2), Serpilli 11 (1/2, 3/5), Piccoli 9 (0/1, 2/4), Berra 8 (1/4, 2/5), Sabatino 6 (1/2, 1/3), Bertini 2 (1/1, 0/2), Petrushevski (0/1, 0/2), De Gregori, Chiapparini (0/1 da tre), Minutello ne. All. Bechi

Ristopro Fabriano – Davis 28 (4/8, 5/10), Smith 18 (3/5, 2/4), Thioune 11 (4/5, 0/1), Marulli 5 (0/1, 0/1), Benetti 4 (2/5, 0/2), Baldassarre 4 (2/3), Matrone 2 (1/4), Merletto (0/2 da due), Gulini (0/1, 0/1), Gatti, Re ne, Caloia ne. All. Pansa

Parziali – 16-17, 14-20, 31-17, 23-18

Arbitri – Patti (Pe), Pecorella (Bt) e Di Martino (Na)