Continuano gli incentivi Citroen
Continuano gli incentivi Citroen
Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Basket serie B: la Ristopro Fabriano alla sesta vittoria di fila

I cartai, che firmano il blitz a Firenze, sono l’unica marchigiana a far festa in questo turno: perdono Senigallia, Jesi, Ancona e Matelica

Nicolas Stanic della Ristopro Fabriano autore di 18 punti nella vittoria a Firenze (foto di Marco Teatini)

FABRIANO – La Ristopro Fabriano ci ha preso gusto. La squadra di coach Daniele Aniello, nella decima giornata del campionato di serie B di basket, ha conquistato la sesta vittoria consecutiva che denota un momento di grande fiducia del gruppo e consente ai cartai di acciuffare Faenza al secondo posto in classifica a quota 16 punti, a due sole lunghezze di distanza dalla capolista Rieti.
Fabriano, pur priva del capitano Papa infortunato, ha sbancato il parquet di Firenze (finora inviolato in questa stagione) per 70-73 al termine di una partita da batticuore, grazie ad una rimonta finale guidata dall’intramontabile regista Stanic (18 punti).

La Ristopro è stata l’unica delle cinque formazioni marchigiane a far festa al termine di questa giornata. Tutte le altre sono state sconfitte.

Tempo supplementare amaro per la Goldengas Senigallia di coach Paolo Filippetti, che ha perso 84-70 a Ozzano nell’Emilia. Nonostante la pesante assenza di Pozzetti, i senigalliesi hanno approcciato bene la gara, sciupando però qualche occasione per “chiuderla” quando ne hanno avuto l’opportunità. Agguantato il supplementare, Ozzano nel cinque minuti extra è stata letale con un break di 14-0. La Goldengas, alla seconda sconfitta di fila, resta a quota 12 punti in classifica.

Una encomiabile Luciana Mosconi Ancona, minata dalle assenze di Tourè e Ciribeni, ha quasi compiuto il “miracolo” a Piacenza. I biancoverdi di coach Piero Coen, infatti, sono stati protagonisti di una grande rimonta dal -23, ma non sono riusciti a portarla a termine e Piacenza si è imposta 81-79. Per Ancona, i migliori realizzatori sono stati Bedin (19 punti con 11 rimbalzi) e Ambrosin (17). La Luciana Mosconi resta a 10 punti in classifica.

La General Contractor Jesi di coach Marcello Ghizzinardi ha dato del filo da torcere alla capolista Rieti, ma i forti sabini alla fine sono riusciti a far loro il match al PalaTriccoli per 69-79, confermando il primato. Ai leoncelli non sono stati sufficienti i 18 punti di Rocchi e i 15 di Ferraro. Anche Jesi staziona a 10 punti in classifica, come i vicini di casa di Ancona.

E concludiamo con l’Halley Matelica, giunta alla decima sconfitta su dieci partite e tristemente ultima a quota zero. Quella in casa con la non irresistibile Empoli doveva essere la partita della svolta, ma il team di coach Tony Trullo si è visto sfuggire anche questo scontro diretto per la salvezza, complice uno sciagurato terzo quarto in cui i toscani hanno firmato un break di 7-27. La sconfitta finale è stata di 62-71. Per la Halley, che segna pochissimo, unico in doppia cifra il lungo Seck, 15 punti (con l’aggiunta di 16 rimbalzi).

Le altre partite: Virtus Imola – Andrea Costa Imola 87-68, Fiorenzuola – Cervia 83-76, San Miniato – Faenza 80-76.

Classifica: Rieti 18; Faenza e Fabriano 16; Piacenza 14; Firenze, Fiorenzuola, Virtus Imola e Senigallia 12; Ancona, Ozzano e Jesi 10; Andrea Costa Imola e San Miniato 6; Empoli 4; Cervia 2; Matelica 0.

Giusto il tempo di disfare il borsone e già sarà tempo di tornare in campo, visto che mercoledì 7 dicembre è in programma un turno infrasettimanale. Per quanto riguarda le marchigiane, Fabriano giocherà in casa con San Miniato (PalaChemiba, ore 21), Ancona giocherà in casa con Ozzano (PalaRossini, ore 20.30), derby tra Senigallia e Jesi (PalaPanzini, ore 21); il match che Matelica avrebbe dovuto giocare a Cervia, invece, è stato posticipato al 22 dicembre su richiesta della società romagnola.