NikolaTesla Unplugged by Elica
NikolaTesla Unplugged by Elica
Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Harley Davidson Route 76
Harley Davidson Route 76

Basket serie B: esordio positivo per Ancona, Fabriano e Jesi

Il coach dorico Coen: «Ora dobbiamo migliorare in continuità». Il tecnico cartaio Aniello: «Che emozione ritornare su questa panchina». Matelica e Senigallia, sconfitte, puntano al riscatto

Leonardo Ciribeni (14 punti) mentre guida l'attacco della Luciana Mosconi Ancona nel successo sui Tigers Cervia

FABRIANO – La prima giornata del campionato di serie B di basket non ha riservato particolari sorprese nel girone C, in cui sostanzialmente sono stati rispettati i pronostici della vigilia e le partite si sono risolte tutte con un certo divario tra vincitori e vinti.

Per quanto riguarda le cinque marchigiane, hanno sorriso Ancona, Fabriano e Jesi, mentre sono uscite sconfitte Senigallia e la matricola Matelica.

Iniziamo dalla Luciana Mosconi Ancona, che non ha avuto difficoltà a sbarazzarsi dei Tigers Cervia per 90-71. Il tecnico dorico Piero Coen però avverte: «Siamo stati avvantaggiati dal fatto che ci siamo trovati di fronte una squadra costruita in poco tempo e ancora in ritardo, quindi dobbiamo aspettare il primo test “vero” per poter fare una valutazione più precisa sulla nostra consistenza». Coach Coen sa dove dovrà lavorare nel corso della settimana in vista del derby di domenica 9 ottobre (ore 18) a Senigallia: «Dobbiamo crescere nella continuità di rendimento durante la partita, senza cali, soprattutto in difesa».

Proprio la Goldengas Senigallia di coach Paolo Filippetti sarà desiderosa di riscatto dopo l’esordio negativo sul – comunque – difficile parquet della Bakery Piacenza, dove è arrivato un ko per 81-64 nonostante un buon avvio di gara dei biancorossi. «Peccato – sono le parole di commento di coach Filippetti – perchè a Piacenza abbiamo avuto un ottimo approccio sia in attacco che in difesa, siamo arrivati a metà gara con un +1, siamo riusciti ad andare a +5 a metà del terzo quarto, poi in quel momento in cui potevamo dare la spallata, purtroppo l’abbiamo subita. Il risultato finale così ampio è un po’ bugiardo. Domenica c’è il derby con Ancona, squadra forte, ma noi dobbiamo concentrarci soprattutto su noi stessi».

E passiamo alla Ristopro Fabriano. I cartai a suon di triple (19/33 di squadra) hanno annichilito la Computer Gross Empoli dopo l’intervallo lungo, imponendosi 88-74. Coach Daniele Aniello è soddisfatto: «Tornare sulla panchina di Fabriano da capo allenatore è stato emozionante e questa serata me la ricorderò per un po’ – ha detto il tecnico biancoblù. – Abbiamo iniziato male ma anche per merito degli avversari che hanno tirato con percentuali elevate, noi dobbiamo comunque far meglio nell’approccio difensivo e resistere di più alle iniziative individuali. Le percentuali da tre? È una caratteristica che ci appartiene. Ringrazio il pubblico, contare sul loro supporto, quando sono cominciati ad entrarci i tiri, è stato fondamentale». Domenica 9 ottobre (ore 18) la Ristopro andrà in trasferta a Imola ad affrontare l’Andrea Costa, per quella che era una “classica” di A2 negli anni Novanta e Duemila. 

Esordio con il sorriso anche per la General Contractor Jesi di coach Marcello Ghizzinardi. Il 71-77 con cui i leoncelli si sono imposti a Imola sponda Virtus è l’unico successo con divario in cifra singola della prima giornata, ma ciò non inganni perché Jesi nell’ultimo quarto d’ora ha sempre condotto con un margine rassicurante, limato dai locali sono nel finale. La General Contractor è ora pronta all’esordio interno e sarà match tosto contro la Bakery Piacenza (domenica 9 ottobre, ore 18).

Chiudiamo con la Halley Matelica, neopromossa, che è stata sconfitta a San Miniato 69-59. Fatale l’ultimo quarto, dopo che i biancorossi marchigiani avevano chiuso a contatto il terzo parziale. «Siamo partiti troppo timorosi e rinunciatari in attacco, ma soprattutto ci siamo tirati un po’ indietro rispetto al loro modo di giocare con le mani addosso – è il commento alla gara di coach Lorenzo Cecchini. – Siamo stati bravi a riaprire la partita tornando punto a punto nel terzo quarto, poi abbiamo avuto un blackout causato da tre canestri di fila subiti allo scadere dei 24”, che ci hanno tagliato le gambe». L’occasione per la riscossa, per la Halley, arriverà domenica 9 ottobre (ore 18), quando al palas di Castelraimondo arriverà la Sinermatic Ozzano per la prima volta casalinga in cadetteria. «Ozzano – dice coach Cecchini – è una squadra che, come San Miniato, ogni anno parte a fari spenti ma è sempre in grado di stupire, facendo ottimi campionati e dimostrando di avere dirigenza e giocatori che conoscono bene questa categoria. Dobbiamo aspettarci una partita simile a quella di San Miniato, ma dovremo affrontarla senza quel pizzico di timore reverenziale che abbiamo avuto all’esordio».

Il resto del programma della seconda giornata prevede: Empoli – Fiorenzuola, Cervia – Firenze, Faenza – Virtus Imola, Rieti – San Miniato. 

Natale a Gradara