Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Basket serie A2, Santiangeli e Smith frecce pungenti della Ristopro Fabriano

I due esterni dopo la vittoria sull’Atlante Roma: «L’arrivo di Hollis e Tommasini ci ha dato un grande aiuto». Domenica un altro match casalingo con l’Umana Chiusi

Marco Santiangeli e Arik Smith, realizzatori della Ristopro Fabriano (foto di Marco Teatini)

FABRIANO – «Ogni volta che arriva un giocatore in squadra porta entusiasmo – a parlare è Marco Santiangeli, guardia/ala della Ristopro Fabriano. – Nel caso di Damian Hollis e Claudio Tommasini parliamo di due giocatori di qualità, ci hanno permesso di allungare le rotazioni e soprattutto di avere due uomini di grande esperienza per la categoria che sanno cosa fare nei momenti delicati ed è quello che ci serviva. In particolare, abbiamo potuto cambiare l’assetto e credo che in questa versione la nostra squadra sia molto più completa».

Completezza e qualità che hanno consentito alla Ristopro Fabriano, domenica, di tornare alla vittoria sull’Eurobasket Roma per 95-86 interrompendo una striscia di otto sconfitte di fila.  

«Claudio e Damian ci hanno dato un grande aiuto, soprattutto nell’equilibrio di squadra – sono le parole della guardia americana Arik Smith -. Ora posso concentrarmi di più sul ruolo di realizzatore».

L’arrivo dei due “nuovi”, insomma, ha contributo a far crescere le prestazioni dell’intera squadra e, in particolare, degli stessi Santiangeli e Smith che nel successo sui capitolini sono stati due frecce pungenti in fase realizzata nell’arco del coach Lorenzo Pansa: 20 punti a bersaglio per il matelicese, 15 per lo statunitense.  

«Ci serviva vincere per riprendere entusiasmo e lo abbiamo fatto nel miglior modo possibile – aggiunge Santiangeli. – Abbiamo giocato veramente bene, siamo stati aggressivi dall’inizio e questo ci ha aiutato a prendere vantaggio. Durante la partita, poi, ci possono esser stati momenti di rilassamento, ma nel complesso è stata un’ottima prova di squadra sia in attacco che in difesa».

«Ho dedicato la vittoria ai tifosi – è il pensiero di Smith – che fanno un’ora di strada ad andare e un’ora a tornare per venirci a vedere a Osimo».

La Ristopro vuole ora proseguire sul cammino intrapreso: nel mirino c’è già il prossimo match, in programma domenica 6 febbraio ancora in casa (PalaBaldinelli di Osimo, ore 17) con l’Umana Chiusi.