Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

La Ristopro Fabriano ci prova a San Severo, ma Sabin la affonda

L’americano dei pugliesi ne segna 36 e spegne le speranze dei cartai che erano partiti bene e sono rimasti in corsa fino al 34’

Arik Smith, miglior realizzatore della Ristopro a San Severo con 26 punti (foto di Cesare Di Sanno)

FABRIANO – C’è chi ha Sabin e chi cerca l’antidoto. Purtroppo senza trovarlo. L’americano dell’Allianz San Severo ha smorzato – con ben 36 punti personali a bersaglio – le speranze di una volenterosa quanto ancora incompleta Ristopro Fabriano, che ha giocato bene nei primi due quarti, è rimasta in partita fino al 34’, poi ha capitolato fino al conclusivo 98-84 per i pugliesi.

Si è trattato dell’ottava sconfitta consecutiva per la squadra di coach Pansa, che resta in fondo alla classifica di serie A2 con 4 punti e si aggrappa alla speranza dei nuovi arrivi Hollis e Tommasini per cercare di risalire la china nel prossimo futuro: i due atleti, che per regolamento oggi ancora non sono scesi sul parquet, esordiranno domenica prossima e i cartai auspicano che con loro finisca l’incubo di giocare in condizioni di organico che effettivamente non consentono di essere competitivi con le squadre avversarie.

Tornando al match di oggi in terra pugliese, la Ristopro ha fatto il “San Severo” nei primi venti minuti: difesa, gioco arioso, corri e tira, percentuali da tre altissime (8/10 di squadra all’intervallo lungo), tanto che al 13’ il tabellone segnava il +11 di Fabriano (24-35) al termine di un break di 2-13.

Time-out di coach Bechi e San Severo si riorganizza, controbreak di 13-3 e punteggio di nuovo in equilibrio al 17’ sul 37-38.

Ma la Ristopro ha ancora cartucce e continua a sparare con Smith, che – ben spalleggiato da Santiangeli e Marulli – conduce i suoi avanti quando si torna negli spogliatoi (43-48 al 20′). 

Fabriano riparte bene e Thioune (pur fattosi male ad inizio partita) sigla il 43-50 al 21’. Quel che segue nei successivi dieci minuti, però, è un monologo di San Severo firmato dal travolgente americano Sabin – destatosi dal torpore iniziale – e da Serpilli, bravi ad agire in contropiede sulla valanga di palle perse dai cartai, che di fronte alla crescente difesa sanseverese hanno mostrato tutti i loro attuali limiti. In un batter d’occhi la partita cambia padrone fino al 72-63 per i pugliesi al 30’ e all’80-67 del 32’.

Finita? Non ancora. La Ristopro va elogiata per non mollare, Santiangeli e Marulli firmano un break di 0-9 che riaccende il campanello d’allarme per i padroni di casa: 80-76 al 34’.

Ancora time-out di Bechi e ancora Sabin insieme a Piccoli mettono la parola “the end” all’incontro con sei punti in fila (86-76 al 35’). San Severo raggiunge il massimo vantaggio al 38’ sul 95-80, il risultato conclusivo sarà di 98-84.

Allianz Pazienza San Severo – Ristopro Fabriano 98-84 

Allianz San Severo – Sabin 36 (5/8, 6/13), Serpilli 18 (5/7, 2/2), Tortù 13 (6/8, 0/1), Sabatino 11 (3/5, 1/3), Piccoli 9 (1/3, 2/3), Pepper 5 (1/4, 1/5), Moretti 4 (1/5 da due), Berra 2, Petrushevski, De Gregori (0/2 da due), Chiapparini ne, Bertini ne. All. Bechi

Ristopro Fabriano – Smith 26 (3/6, 5/9), Marulli 20 (5/7, 2/5), Santiangeli 19 (3/7, 3/6), Benetti 9 (2/4, 1/1), Thioune 4 (2/5), Matrone 4 (1/4 da due), Gulini 2 (1/2), Re (0/2 da tre), Onesta ne, Caloia. All. Pansa

Arbitri – Nuara (Tv), Tallon (Bo) e Grazia (Bg)

Parziali – 22-22, 21-26, 29-15, 26-21

Exit mobile version