Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Basket: Ristopro Fabriano ko, la capolista Ravenna non fa sconti

I cartai troppo soft in difesa, soprattutto all'inizio, reagiscono nel terzo quarto ma i romagnoli controllano il match e portano a casa i due punti

Arik Smith, guardia della Ristopro Fabriano, ha segnato 25 punti con 4/6 da due e 5/6 da tre, ma non sono bastati (foto di Jacopo Pirro)

OSIMO – Trenta punti subiti nei primi dodici minuti, e una difficoltà complessiva a rimbalzo nell’arco della partita (16 catture offensive concesse agli avversari), sono tra gli indicatori principali della sconfitta subita dalla Ristopro Fabriano tra le mura amiche del PalaBaldinelli di Osimo per 73-85 ad opera della capolista Orasì Ravenna nell’ottava giornata del campionato di serie A2 di basket

Aggiungiamoci pure che l’attacco fabrianese è andato a sprazzi – più che altro è apparso legato alle individualità – ed ecco disegnato il quadro del match che i romagnoli hanno sostanzialmente sempre controllato, portando ben sei giocatori in doppia cifra. 

Dicevamo dell’avvio favorevole all’Orasì rispetto a una Ristopro che in attacco si affida bene a Davis ma sul fronte opposto è tremendamente poco pugnace in difesa: il tabellone al 12’ già segna il “doppiaggio” sul 15-30 sulla tripla di Oxilia

Fabriano a questo punto riesce a frenare un po’ la vena realizzativa degli ospiti registrando la retroguardia e trovando, sul lato offensivo del parquet, qualche bella iniziativa di Santiangeli e Smith che, sul 24-33 al 15’, inducono il coach ravennate Lotesoriere a chiedere un time-out.

Un minuto fruttifero per l’Orasì che in due giri di lancette raggiunge il massimo vantaggio (+16) ben guidata dal tuttofare Tilghman: 26-42 al 17’. Si va al riposo lungo sul 37-49.

Al rientro dagli spogliatoi Fabriano parte fortissimo con un eccellente 12-0 di parziale in cui si esaltano Smith, Davis e Baldassarre, ma anche il pubblico, che applaude l’aggancio sul 49-49 al 24’.

Ma, questo, resterà l’unico contatto per il resto della partita: la folata di vento fabrianese, infatti, si ferma qui.

Con la clama dei forti Ravenna si riorganizza, salgono in cattedra anche Denegri e Simioni e ben presto il divario ritorna oscillante intorno alla doppia cifra (52-62 al 28’), idem nell’ultimo quarto.

L’ultimo sussulto della Ristopro arriva al 37’ quando una tripla di Smith porta il tabellone sul 70-77, speranze subito smorzate da Cinciarini, ex Fabriano Basket e miglior realizzatore silenzioso dei suoi, che con la terza tripla della sua partita mette la parola fine al match con due minuti d’anticipo (70-82).

La gara, ben arbitrata, si conclude 73-85 per Ravenna, che si conferma al primo posto con 14 punti insieme a Scafati. Mentre la Ristopro resta ultima a quota 4, ora in compagnia della sola Latina visto che Ferrara ha vinto.

Ristopro Fabriano – Orasì Ravenna = 73-85 

Ristopro Fabriano – Smith 25 (4/6, 5/6), Davis 24 (8/11, 2/7), Santiangeli 13 (2/3, 3/6), Marulli 6 (1/1, 0/2), Baldassarre 3 (1/2, 0/4), Gulini 2 (1/2), Thioune  (0/2 da due), Benetti (0/4, 0/2), Re ne, Matrone ne, Caloia ne. All. Pansa

OraSì Ravenna – Cinciarini 18 (4/6, 3/6), Simioni 14 (5/6, 1/4), Tilghman 13 (3/11 da due), Sullivan 12 (4/9, 1/2), Oxilia 12 (1/3, 3/4), Denegri 10 (4/5, 0/2), Gazzotti 4 (2/4, 0/2), Berdini 2 (1/3, 0/3), Arnaldo (0/1, 0/2), Laghi ne. All. Lotesoriere

Parziali – 15-22, 22-27, 20-15, 16-21

Arbitri – Gabriele Gagno di Spresiano (Tv), Nicholas Pellicani di Ronchi dei Legionari (Go) e Andrea Longobucco di Ciampino (Rm)