Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Ristopro Fabriano, l’americano Smith: «È importante restare ottimisti»

La guardia analizza il momento della squadra cartaia: «Inizio di stagione difficile ma le cose devono cambiare, è più una battaglia mentale che altro»

Arik Smith, guardia della Ristopro Fabriano (foto di Jacopo Pirro)

FABRIANO – Se la Ristopro Fabriano domenica non avesse perso (73-85 con la capolista Ravenna), la prestazione balistica di Arik Smith25 punti con 2/2 ai liberi, 4/6 da due e 5/6 da tre – avrebbe certamente assunto dei toni ben più trionfalistici. Ma il successo non è arrivato a così la sua pur eccellente “performance” è passata – potremmo dire – in secondo piano. 

«Eppure c’è stato un momento, nel terzo quarto, in cui noi abbiamo avuto lo slancio giusto e abbiamo agguantato il risultato… – ripercorre il film della partita la guardia californiana, che sta viaggiando a 14,6 punti di media con il 46% da tre: – ecco, è in momenti della partita come quello che avremmo dovuto avere un maggior controllo della situazione e capitalizzare al meglio le opportunità».

Così non è andata e il bilancio della Ristopro resta di 2 vittorie e 6 sconfitte dopo otto giornate.

«Iniziare la stagione in questo modo è difficile per chiunque – dice il 28enne Smith. – Sarà un lungo anno, ma le cose devono cambiare. L’aspetto importante è che ognuno di noi resti ottimista il più possibile durante questo periodo. In un momento simile, è più una battaglia mentale che altro».

Da una capolista all’altra: domenica 28 novembre la Ristopro Fabriano viaggerà alla volta di Scafati per affrontare la Givova che guida la classifica insieme a Ravenna con 14 punti.