Ristopro Fabriano, che entusiasmo! Emiliano Paparella: «Avanti così»

Il play/guardia ci racconta la bella vittoria sul Pescara: «Grandissima partita di tutta la squadra, che ha giocato con un ottimo atteggiamento». Terzo posto in classifica, tifoseria al settimo cielo

La grinta di Emiliano Paparella dopo una delle triple messe a segno (foto di Marco Teatini)
La grinta di Emiliano Paparella dopo una delle triple messe a segno (foto di Marco Teatini)

FABRIANO – A volte un “clic” racconta molto più di mille parole. È il caso della foto che vedete qui sopra, la straordinaria grinta di Emiliano Paparella dopo una delle triple con cui la Ristopro Fabriano ha steso la Unibasket Pescara (77-62), il pubblico in piedi a festeggiare il grande momento che sta vivendo la formazione cartaia, che ha raggiunto proprio gli abruzzesi al terzo posto nella classifica di serie B a quota 34 punti. La simbiosi che si sta creando fra tifosi e squadra è davvero notevole.

«Prima di tutto mi sento di dire grazie al fotografo Marco Teatini, perché fa sempre degli scatti spettacolari che immortalano le nostre giocate migliori – esordisce così Emiliano Paparella, 18 punti a bersaglio nella vittoria di ieri. – Era una bella partita da giocare, contro una squadra forte, ero carico. Nel primo tempo al tiro non ero andato tanto bene, ma sono rimasto sereno e tranquillo: quando ho messo quella tripla in un momento cruciale dell’incontro ho scaricato tutta la grinta e la voglia di vincere».

Eccellente, nel complesso, è stata la prova di squadra della Ristopro Fabriano, che ha avuto un utile contributo da tutti i giocatori mandati sul parquet da coach Alessandro Fantozzi.

«È stata una grandissima partita – prosegue Paparella – e vincere è stato importante per cercare di rimanere nelle prime quattro posizioni, ora che mancano solo quattro partite al termine della “regular season”. L’atteggiamento di tutta la squadra è stato ottimo».

Oggi, come sempre, giorno di riposo. Da domani, martedì, si torna in palestra per iniziare già a pensare al prossimo avversario, ovvero la capolista San Severo, da affrontare in trasferta domenica 31 marzo.

«Sarà un’altra bella partita da giocare – dice Paparella – del resto come un po’ tutte in questo periodo, come quella che abbiamo giocato ad Ancona, o quella di ieri con Pescara. Affronteremo la fortissima capolista, che finora ha perso una sola partita, ma proveremo sicuramente a portarla a casa: stiamo attraversando un bel momento e andremo a San Severo senza paura».