Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Basket: serie B spettacolare con sette squadre marchigiane

In arrivo derby a raffica, la prossima stagione, nel campionato "cadetto" di pallacanestro, al quale prenderanno parte Ancona, Civitanova, Fabriano, Porto Sant’Elpidio, Senigallia più le "new entry" Jesi (retrocessa dalla A2) e Sutor Montegranaro (promossa dalla C)

FABRIANO – “Allacciate le cinture”, perché il prossimo campionato 2019/20 di serie B di basket si preannuncia spettacolare, con ben 7 squadre marchigiane ai nastri di partenza. Probabilmente un record. 

Oltre alle 5 formazioni dello scorso anno, infatti, cioè Fabriano, Senigallia, Civitanova, Ancona e Porto Sant’Elpidio – ci sarà Jesi (retrocessa dalla serie A2) e da ieri sera – mercoledì 29 maggio – anche la Sutor Montegranaro, che ha vinto il campionato di serie C Gold battendo in finale il Valdiceppo Perugia.

Insomma, sarà quasi un “monopolio” marchigiano nel girone centro-sud-est, con tantissimi derby, entusiasmo, trasferte vicine (e quindi diminuzione dei costi per le società, che non guasta mai…), maggiori incassi e un prevedibile decollo mediatico, visto che saranno presenti tutte i maggiori centri della provincia di Ancona (eccezion fatta per Osimo, la cui Robur sarebbe un’altra delle storiche piazze del nostro basket da recuperare prima possibile), due rappresentanti del sud della regione e ora anche l’incredibile entusiasmo che porta Montegranaro con la sua Sutor e il suo suggestivo impianto cittadino, la “Bombonera”. 

Sutor Montegranaro che è stata protagonista di play-off eccezionali per la promozione in serie B: classificatasi al 5° posto al termine della stagione regolare, ha ribaltato tutti i pronostici senza mai avere il vantaggio del campo, 2-0 sul Materica ai “quarti”, 2-1 sulla corazzata Lanciano in semifinale, 3-1 sul Valdiceppo Perugia in finale. Insomma, un trionfo.

L’altra neopromossa è Ruvo di Puglia, anch’essa piazza con notevole tradizione per la pallacanestro.

Se la Federazione, a luglio, confermerà (com’è auspicabile e presumibile) la composizione del girone con le squadre del centro-sud-est adriatico, dovrebbero esserci sette marchigiane (Ancona, Civitanova, Fabriano, Jesi, Montegranaro, Porto Sant’Elpidio e Senigallia), tre abruzzesi certe (Teramo, Giulianova e Chieti, ma con quest’ultima in cerca di acquistare un titolo per la serie A2), quattro pugliesi certe (Bisceglie, Corato, Ruvo di Puglia e Nardò), in più il possibile e giusto ritorno di Matera dal girone ovest.

Il tutto in attesa di sapere l’esito dei play-off per la promozione in serie A2 che stanno giocando San Severo e Pescara. Non ci saranno invece Campli e Catanzaro, retrocesse in serie C. In ogni caso, sarà uno splendido e divertentissimo girone.