Dario Masciarelli: «Ristopro, contro Teramo dobbiamo mettercela tutta»

L'ala fabrianese, che racconta anche un po' di sè, parla della partita di sabato contro gli abruzzesi: «Importante vincere e poi fare del nostro meglio ai playoff». In base al risultato, ecco le possibili avversarie

Dario Masciarelli, ventenne ala della Ristopro Fabriano, in azione (foto di Marco Teatini)

FABRIANO – «Dovremo affrontare Teramo con lo stesso atteggiamento con cui siamo scesi in campo domenica scorsa a Senigallia». L’ala Dario Masciarelli ha le idee chiare sul modo in cui la Ristopro Fabriano dovrà giocare l’importante match di dopodomani, sabato 20 aprile, in casa contro la Adriatica Press (PalaGuerrieri, ore 20.30).

Si tratta dell’ultima giornata della “regular season” e i cartai (appaiati al terzo posto in classifica a quota 36 punti con Pescara e Bisceglie) avranno in mano la possibilità, se riusciranno a vincere, di chiudere fra le prime quattro in graduatoria e quindi disputare il primo turno dei play-off con il vantaggio del campo. Un fattore non trascurabile.

«Ce la metteremo tutta», promette Masciarelli, filiforme ala classe 1998 che non era ancora arrivato a Fabriano il 6 gennaio quando, nella gara d’andata, la Ristopro venne sorpresa e sconfitta 59-49 dalla stessa Teramo, allora sul “neutro” di Chieti. Lo sbarco di Masciarelli a Fabriano è avvenuto il 21 gennaio, proveniente dalla serie A2 di Cassino. Dopo quasi tre mesi in biancoblù è quindi il caso di fare il punto con Dario di questo suo primo periodo nella città della carta.

«A Fabriano mi sto trovando molto bene sia dal punto di vista sportivo che extra sportivo – commenta Masciarelli. – A Cassino giocavo poco, quindi in accordo con il mio procuratore a gennaio abbiamo pensato che sarebbe stato più utile, per lo sviluppo della mia carriera, trovare una squadra in cui poter avere maggiore spazio e crescere. È arrivata la proposta di Fabriano e venire qui è stata la decisione giusta, perché questa è una piazza ambiziosa, che vuole progredire. Conoscevo già Devid Cimarelli e Filiberto Dri, per cui l’inserimento con i compagni è stato rapido e ho trovato subito tranquillità e serenità. A farmi compagnia a Fabriano c’è anche la mia ragazza Cecilia e i miei due pittbull Pablo e Desy, che tra l’altro presto partorirà i suoi cuccioli».

Sul parquet, poi, con il ruolo numero “3” già lasciato libero dall’infortunio di Ondo Mengue, per Dario c’è stato immediatamente molto spazio. «Non nego che all’inizio ho avuto qualche difficoltà a riprendere il ritmo partita che avevo perso – dice Masciarelli – ma nel giro di alcune settimane ho ritrovato la giusta condizione».

Dopo undici partite in maglia Ristopro, le sue cifre medie parlano di 6,0 punti e 2,5 rimbalzi in 22,4 minuti di utilizzo a partita. Ma non dicono del prezioso contributo difensivo che sta fornendo. «È vero, dietro sto dando più del passato – condivide Dario, la cui velocità e dinamicità saranno senza dubbio importantissime nelle prossime partite. – Stiamo disputando un buon campionato, ma adesso bisogna vincere sabato e poi fare del nostro meglio ai play-off, cercando di arrivare più lontano possibile».

A proposito di play-off, ieri sera – 17 aprile – nel girone D (con il quale si incroceranno i destini della Ristopro Fabriano) si è giocato il match di recupero fra Luiss Roma e Bawer Matera, con la vittoria di quest’ultima per 66-76.

Acquisito questo risultato, ora è più chiaro il quadro delle possibili avversarie dei cartai al primo turno dei play-off, in base ai risultati che si verificheranno nell’ultimo turno di sabato: se Fabriano arriverà quinta non avrà il vantaggio del campo e affronterà la Bawer Matera; se arriverà quarta avrà il vantaggio del campo e affronterà la Mood Project Reggio Calabria; se terza avrà il vantaggio del campo e affronterà una fra Ge.Vi. Napoli, Luiss Roma o – caso meno probabile – In Più Broker Roma.