A Fabriano, la Befana vien… giocando a basket

Domenica 6 al PalaGuerrieri si svolge la seconda edizione di un torneo molto particolare: squadre miste composte da bambini minibasket, ragazzi e ragazze, adulti. «Obiettivo, il divertimento», dicono gli organizzatori

FABRIANO – Per il secondo anno, cinque società cestistiche di Fabriano (Basket School, Janus, Bad Boys, Sterlino e Thunder Matelica Fabriano) il 6 gennaio saranno promotrici del “Torneo della Befana”, in programma al PalaGuerrieri dalla 10.30 di mattina fino alle ore 20, con un ricco programma fatto di basket giocato e non solo.

«L’evento è organizzato con il patrocinio del Comune di Fabriano – dicono i promotori – e ha la sua particolarità nel fatto che è aperto a tutti: grandi e piccini, ragazzi e genitori, per passare una giornata insieme in allegria praticando il nostro sport preferito».

La caratteristica del torneo è che ogni squadra potrà essere composta da dieci giocatori così suddivisi: una giocatrice di serie B femminile, un giocatore di serie D, un Under 18, un Under 16, un Under 15/14, un Under 13, quattro minibasket, un giocatore esterno e un allenatore. Si gioca cinque contro cinque a metà campo, la durata delle partite è di 10 minuti senza fermare il cronometro, i canestri dei senior valgono un punto, quelli dei bambini del minibasket tre punti. La stoppata di un senior su un minibasket fa perdere un punto alla propria squadra.

Partecipare è facile: le iscrizioni delle squadre possono essere effettuate presso la sede della Basket School Fabriano (al PalaGuerrieri) oppure direttamente domenica 6 gennaio fino alle 10.30.

«Ma anche chi è senza squadra, niente paura – precisa Paolo Patrizi, presidente della Basket School Fabriano: – gli allenatori presenti al palazzetto domenica mattina provvederanno a formare nuovi team con i singoli iscritti. Quel che voglio sottolineare è che sarà principalmente una festa del basket, l’agonismo sarà in secondo piano, ci saranno premi e altre sorprese. Con un orecchio sempre teso per sapere come starà andando la partita della formazione maggiore Janus Fabriano di serie B in trasferta a Teramo. L’invito, pertanto, è di partecipare: non solo per giocare, ma anche per assistere e divertirsi».