Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Basket, delusione The Supporter che crolla a Roma

Nello scontro diretto salvezza da non fallire in casa Luiss, la partita se ne va via già nei primi due quarti, finisce 88-72. Jesi senza coach Francioni, stoppato a casa per precauzione per sintomi covid, e con un giocatore in più, Simone Rocchi

L'Aurora Jesi (FOTO CANDOLFI)

Delusione The Supporter, buttate vie in una serata le buone sensazioni offerte dalla vittoria di domenica scorsa contro Cesena e della prestazione data, pur perdendo, contro Rieti nell’infrasettimanale dell’Immacolata: a Roma, nello scontro diretto in casa della Luiss, la formazione arancioblù “buca” un appuntamento fondamentale e non è mai in gara: finisce 88-72 in favore dei padroni di casa, Jesi risucchiata verso il fondo classifica.

A far visita alla Luiss la The Supporter si è presentata senza coach Francesco Francioni alla guida, rimasto precauzionalmente a casa all’evidenziarsi di sintomi Covid, e con un giocatore in più tesserato in extremis: Simone Rocchi, guardia classe 2000, 185 cm, ex Cividale ed ex Civitanova. Rocchi alla fine firmerà 7 punti in 13’ di gioco. Ma l’Aurora, forse frastornata dalla situazione, delude: Roma è sempre avanti in maniera netta, 28-19 dopo il primo quarto e 56-39 a metà corsa. Nella seconda parte di gara, il conteggio dei quarti è in equilibrio (16-17 e 16-16) ma ormai i due punti se ne erano andati ed è davvero un brutto colpo per una The Supporter che doveva da questa sfida trarre lo slancio per allontanarsi dalle zone a rischio della graduatoria.

Fra le altre cose, Jesi concede all’avversario 22 palle perse e ben 23 rimbalzi offensivi, davvero troppo per sperare in qualcosa di meglio.