Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Aurora Jesi, battere Cesena per allungare la striscia positiva

Gli arancioblu attendono gli Amadori Tigers all'Ubi Banca Sport Center. Un match fondamentale per rientrare nel gruppo dei playoff. Ancora fuori capitan Casagrande

I tifosi dell'Aurora Jesi (foto Binci)

JESI – Dopo il bel blitz di Teramo firmato da Mattia Magrini, l’Aurora Jesi attende gli Amadori Tigers Cesena all’Ubi Banca Sport Center. Palla a due domani 19 gennaio, ore 18. Obiettivo: vincere per continuare la risalita. Ma non sarà semplice per i ragazzi di coach Marcello Ghizzinardi. La squadra dell’ex Battisti ha inanellato otto vittorie nelle ultime nove giornate.

«La trasferta a Teramo ha confermato tutte le insidie e si è rivelata più difficile di quello che si poteva evincere sulla carta – conferma la guardia arancioblù Fabio Giampieri –. Siamo stati bravi ad aggredirla all’inizio e poi a resistere a tutti i tentativi di rimonta dei padroni di casa, specialmente viste le nostre condizioni con l’assenza perdurante di Casagrande e con Sgorbati arrivato solo tre giorni prima dell’incontro. I nostri avversari, per giunta, sono scesi in campo ancora più motivati e senza molto da perdere vista anche l’assenza del loro playmaker titolare (Montanari, ndr), un po’ come noi a Fabriano. Stavolta però il finale in volata finalmente ci ha sorriso regalandoci il primo fotofinish vincente».

Una vittoria che conferma il buono stato di forma degli arancioblu, ancora privi di capitan Casagrande ma finalmente con un’infermeria che, pian piano, va svuotandosi. Regolarmente in campo anche il nuovo acquisto Giacomo Sgorbati. «A prescindere dal fatto che giochiamo in casa davanti ai nostri tifosi, loro sono una squadra attrezzatissima e costruita molto bene. Per me, probabilmente, la miglior compagine del campionato, soprattutto in quanto a fisicità messa in camp – continua Giampieri –. . Hanno giocatori di talento molto conosciuti a questi livelli e allenati molto bene, il che rende questo scontro molto complicato. Chi vincerà? Sicuramente chi eseguirà meglio il piano partita visto che sarà un’altra contesa, come tutte in questo campionato, che scorrerà sul sottile filo degli episodi e dove, a fare la differenza, saranno senz’altro l’intensità, specialmente difensiva, e la voglia di vincere».

Arbitri dell’incontro, Alessio Chiarugi di Pontedera (PI) e Giacomo Fabbri di Cecina (LI).