Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

L’Aurora Jesi accoglie Massimiliano Ferraro: «È la destinazione che cercavo»

L'ala classe 1998 è un prodotto del settore giovanile di Trieste, sua città natale e prima squadra con cui ha esordito e militato nel campionato di A2 dal 2014 al 2017

Massimiliano Ferraro

JESI – È Massimiliano Ferraro l’ultimo tassello del quintetto della nuova Aurora Jesi. «Approdare qui è stata una sorpresa, è esattamente ciò che cercavo. Una squadra tosta, con giocatori importanti. Sono molto contento. Non vedo l’ora di iniziare». Queste le sue prime parole in occasione della presentazione ufficiale in videoconferenza. Con lui, in campo, il play Noah Giacchè, Mattia Magrini, Nelson Rizzitiello e Andrea Quarisa.

«Stavamo cercando un giocatore come lui, dal punto di vista tecnico, anagrafico e caratteriale – spiega il Club Manager, Michele Maggioli -. Puntavamo su di un giovane in ascesa. Lui può ricoprire due ruoli e siamo andati convinti. Abbiamo subito avuto un riscontro positivo da parte sua, siamo contenti che Max sia dei nostri».

«Sarà la nostra ala titolare e può ricoprire senza problemi entrambi i ruoli, ala piccola e ala grande – le parole di coach Marcello Ghizzinardi -. In attacco ha molto talento, ma sono convinto che possa dare un bel contributo anche in difesa. Ci sono tutte le condizioni per far bene. Era la squadra che volevamo costruire dall’inizio, dunque siamo molto soddisfatti».

«Conoscevo già Jesi, una piazza che vive di basket – commenta ancora Ferraro -. So che è una città molto bella in cui si vive bene. Sono super contento di essere qui, anche sapendo chi saranno i miei compagni di squadra. Sono un giocatore che odia perdere. Mi ritengo un buon atleta, un buon difensore e un ottimo compagno di squadra. Mi piacciono i canestri, ma anche gli assist. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare per toglierci qualche soddisfazione insieme».

«Vedremo cosa dirà il campo ma siamo contenti di aver costruito una compagine all’altezza», le dichiarazioni dell’amministratore unico, Altero Lardinelli.