Basket 2000, missione compiuta. Coach Tonucci: «Grande felicità»

Parola al condottiero delle ragazze della MyCicero Senigallia che grazie all'ultima vittoria su Spello hanno raggiunto con un turno d'anticipo la serie B. «Soddisfatti per quanto abbiamo fatto, le giocatrici e la società lo meritavano dopo la retrocessione dello scorso anno», dice il tecnico

Giulio Tonucci, coach della BK2000 MyCicero Senigallia
Giulio Tonucci, coach della BK2000 MyCicero Senigallia

SENIGALLIA – È un Giulio Tonucci entusiasta quello che ai nostri microfoni descrive le sensazioni post vittoria del campionato della sua creatura, il Basket 2000 MyCicero Senigallia: «Provo gioia e grande felicità, vincere è sempre piacevole».

Il condottiero della nave senigalliese ha guidato le sue ragazze verso l’obiettivo designato da inizio stagione: la serie B. Dopo l’amara retrocessione dello scorso anno, nell’estate 2018 il presidente Bruno Pierpaoli ha voluto fortemente che fosse Tonucci a sedere sulla panchina della MyCicero con l’obiettivo di risalire immediatamente. Missione compiuta.

«Devo ringraziare tutta la società – dice Tonucci – e tutte le ragazze perché sono state esemplari e mosse da uno spirito di rivalsa per tornare subito in B, in un campionato competitivo, ben organizzato e strutturato».

Poi sulla stagione: «In cuor mio ho sempre saputo che potevamo farcela, anche nel clou del periodo più difficile nel girone d’andata. Dopo la sconfitta con il Cus Ancona, a tavola durante la cena dissi alle mie giocatrici «adesso andiamo a vincerne il più possibile nel girone di ritorno». Così è stato facendo 6 su 7 e arrivando da primi nella poule promozione. E anche nella seconda fase di stagione i risultati sono stati quelli sperati, ma devo ammettere che ho trovato un gruppo coeso, forte davanti alle avversità e agli infortuni, capace di remare fino al traguardo».

Un traguardo che risponde al nome di serie B. Bentornato Basket 2000: «Bravi tutti per l’impegno e la professionalità mostrati. Ci attende un’ultima sfida ininfluente dal punto di vista dei risultati, ma vogliamo chiudere bene – sabato 28 aprile, dopo la sosta, alle 18.30 contro Spoleto, ndr -. Poi ci siederemo ad un tavolo con la società per vedere se il matrimonio potrà proseguire. Da parte mia la volontà di rimanere è grande».