Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

L’Anconitana torna allo stadio Dorico: è suo il bando di gestione triennale

La società del presidente Stefano Marconi si è aggiudicata la gara per la gestione fino a giugno 2023 del rinnovato impianto del Viale della Vittoria. Superata al fotofinish l'Unione Rugbistica Anconitana

Stefano Marconi
Stefano Marconi soddisfatto dopo la vittoria del bando per il Dorico

ANCONA – L’Anconitana di Stefano Marconi torna nello stadio Dorico, uno dei luoghi sacri della sua storia lunga centoquindici anni. Il club biancorosso si è aggiudicato il bando di gestione triennale (fino a giugno 2023) del rinnovato impianto del Viale della Vittoria superando al fotofinish la sfidante Unione Rugbistica Anconitana.

La parola ultima sulla volata è stata pronunciata questa mattina (7 agosto) intorno alle 11.30 presso la sala preconsiliare del Comune di Ancona alla presenza della commissione tecnica e dei rappresentanti delle due società. Per l’Anconitana, oltre al dirigente Francesco Ammendola e al segretario Luigino Bontempi, ha presenziato il presidente Stefano Marconi mentre l’URA è stata rappresentata da Franco Cimino (figlio del presidente Ernesto, fuori città in questi giorni). Una stretta di mano tra le contendenti e poi ognuno per la sua strada perché il lavoro, in questi giorni, non manca per nessuna della due società.

UN LUNGO PERCORSO
La decisione tanto agognata, attesa già da martedì 4 agosto sera (e poi mercoledì mattina), è giunta al termine di un’analisi meticolosa dei progetti presentati. Due le contendenti che sono rimaste tali dopo l’abbandono di Giovane Ancona (che aveva espresso la sua volontà di partecipare al bando solo verbalmente attraverso le parole dei suoi vertici societari Diego Franzoni e Sergio Schiavoni) e ASD Pietralacroce ’73 (il club dilettantistico ha depositato la sua manifestazione d’interesse ma non l’offerta entro i termini fissati). Se l’Anconitana avesse perso la gara, e ne avesse fatto richiesta, avrebbe potuto comunque usufruire (a pagamento) del 50% delle ore utili in quanto prima squadra cittadina.

LA VITTORIA COMPLETA
Il club dorico ha vinto sia nella valutazione dell’offerta tecnica (soprattutto ottenendo il massimo nel progetto tecnico) sia nella presentazione dell’offerta economica, che vantava un ribasso assolutamente rilevante. Una vittoria completa che non toglie meriti all’Ura che, comunque, ha presentato un progetto completo.

I lavori al Viale del Vittoria sono in fase di definizione per il primo step con l’impianto che sarà consegnato il 1°settembre. Tra il 2021 e il 2022 sarà sistemata la tribuna coperta, abbattuta la gradinata scoperta con la creazione di un parcheggio sotterraneo e ultimata la struttura con la collocazione dei campi da tennis adiacenti. Insomma, nascerà un autentico gioiellino. Per gli spogliati, almeno in fase iniziale, saranno previsti dei container adibiti alla vestizione degli atleti.

GIOVANILI E PRIMA SQUADRA
Come ha confermato il presidente Stefano Marconi, il Dorico diventerà la casa delle giovanili. Ma non solo. Anche la prima squadra di mister Marco Lelli tornerà ad allenarsi nel cuore della città. L’ultima partita ufficiale dell’Ancona al Viale (che ha visto anche la prima storica promozione in Serie A) risale al 19 settembre 2010. Si giocava Ancona – Cingolana e terminò 3-0 per i biancorossi. In panchina sedeva proprio Marco Lelli.