Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Anconitana, solo pari con la Vigor. Summit Marino-Marconi negli spogliatoi

I dorici hanno impattato 2-2 con i rossoblu di Aldo Clementi non riuscendo ad agganciare il Castelfidardo. Dopo partita intenso ma il tecnico napoletano, al momento, resta al suo posto

Magnanelli e Sassaroli
Luca Magnanelli contrastato dal vigorino Sassaroli

ANCONA- L’Anconitana resta al secondo posto, nonostante il pareggio (0-0) del Castelfidardo sul campo dell’Urbania. I dorici di Umberto Marino non vanno oltre il 2-2 con un’ostica Vigor Senigallia che si gioca le sue carte al Del Conero ma non riesce ad incamerare il bottino pieno. Partita molto bloccata nelle prime battute e vantaggio dorico che arriva, al sedicesimo, grazie ad una pregevole conclusione al volo di Giambuzzi.

Gli ospiti si riorganizzano e sull’asse Lazzari-D’Errico trovano l’1-1 grazie ad un grande tiro al volo di quest’ultimo. Da segnalare, nella prima frazione, diversi errori in fase offensiva dei biancorossi in particolar modo con Fiore e Mansour. Nella ripresa è ancora Lazzari ad accendere il motore vigorino. L’ex Atalanta tira fuori dal cilindro un colpo di tacco d’altra categoria che permette a D’Errico di servire a Piergallini la palla del più classico dei gol dell’ex per il momentaneo 1-2. La formazione di Umberto Marino non ci sta e trova il definitivo pari con Magnanelli, bravo a raccogliere un preciso invito di Bartolini. Proprio in occasione del pari, nasce un alterco in panchina tra il tecnico Marino e il tm Damiano Morra che viene sedato solo dall’intervento dei giocatori che hanno evitato ulteriori sviluppi negativi. Al termine della gara, all’interno degli spogliatoi, c’è stato un summit di circa un’ora e un quarto tra Umberto Marino e la proprietà biancorossa, rappresentata dal presidente Stefano Marconi, dal copresidente Andrea Marconi, dal tm Damiano Morra e dal vicepresidente Robert Egidi. Per il momento il tecnico napoletano resta al suo posto. Domenica, in calendario, c’è la trasferta all’Helvia Recina di Macerata contro il Montefano dell’ex Salvatore Mastronunzio.

SALA STAMPA

Umberto Marino (allenatore Anconitana): «Ho sbagliato io e chiedo scusa a Damiano. In certe partite si è nervosi e io la sentivo tanto. Ai ragazzi non posso rimproverare nulla, c’è stato grande impegno. Peccato per quel palo di Liccardi che poteva cambiare il nostro campionato. Ho chiesto ai tifosi di non mollare, di crederci loro per primi. Se martedì dirigerò io l’allenamento? Dovete chiederlo alla società, al momento non ho segnali contrari e neanche dalla chiacchierata con il presidente sono emerse indicazioni in questo senso».

Aldo Clementi (allenatore Vigor Senigallia): «Un pareggio prezioso che nasce dalla prestazione che avevamo in mente di fare. Abbiamo giocato con qualità e personalità perchè, se ci presentavamo impauriti sarebbe stato difficile. I dorici? Sono in salute, hanno le carte in regola per raggiungere il loro obiettivo. Noi dobbiamo goderci questo pareggio e tornare subito al lavorare per i prossimi impegni».