Ciampelli analizza il pari dell’Anconitana con l’Atletico Alma

Il tecnico biancorosso ha parlato della sfida di Fossombrone indicando quali sono stati gli errori della sua squadra che hanno portato al pareggio con i fanesi. Nelle sue parole anche il riferimento al secondo gol di Marongiu dove ci sono state tante proteste

Davide Ciampelli, tecnico dell'Anconitana

FOSSOMBRONE- È apparso deluso, per la prestazione della sua Anconitana, mister Davide Ciampelli nonostante il pareggio in extremis di Mansour che ha impedito il successo all’Atletico Alma sul neutro di Fossombrone:

«Quanto fatto nelle precedenti gare ci portava a pensare che sarebbe stata una partita diversa. Basta guardare i risultati dagli altri campi per capire che questo campionato è particolare. Affrontavamo una squadra che prende pochi gol e sapevamo che la difficoltà sarebbe stata quella di passare in vantaggio. Dovevamo fare meglio negli attimi successivi e gestire meglio qualche situazione».

Nelle “terze partite”, quelle che arrivano dopo l’infrasettimanale di Coppa, l’Anconitana non è andata oltre il pareggio in entrambe le occasioni (Grottammare e appunto ieri Atletico Alma): «Abbiamo pareggiato a trenta secondi dalla fine, non è una questione fisica o nervosa. Chiaro che dovevamo fare qualcosa di più in queste partite. La differenza con Fabriano? Che non abbiamo perso e ci siamo portati via un punto importante per come si era messa la partita».

In occasione del secondo gol di Marongiu sono state tante le proteste per una mancata indicazione di un fuorigioco di rientro da parte dell’assistente: «Dovevamo difendere meglio e non aspettare la chiamata. Marongiu ha trovato un jolly ma noi dovevamo essere più rapidi a risalire».