Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Ancona, Stadio Dorico: l’ASD Pietralacroce ’73 rinuncia a partecipare al bando

La società dilettantistica anconetana ha rinunciato al bando di gestione per l'impianto sportivo. In gara restano Anconitana e Unione Rugbistica Anconitana. Domani alle 12 prevista l'apertura delle buste

Pietralacroce
Il Pietralacroce '73 rinuncia alla corsa per il Dorico

ANCONA – Colpo di scena nella corsa all’aggiudicazione dello stadio Dorico. L’ASD Pietralacroce ’73 (che insieme ad Anconitana e Unione Rugbistica Anconitana aveva formalizzato la manifestazione d’interesse) non ha presentato l’offerta (stamattina alle 12 scadeva il termine tassativo) abbandonando automaticamente la gara.

In un comunicato diffuso dalla società anconetana, che riportiamo integralmente, vengono spiegate le motivazioni: «L’ASD Pietralacroce ’73, in tutte le sue componenti, comunica di aver rinunciato a presentare l’offerta definitiva per il bando di gestione dello stadio Dorico. Pur avendo formalizzato nei giorni scorsi la nostra manifestazione d’interesse, dopo un’attenta e prolungata riflessione, abbiamo deciso di fare un passo indietro per via di una serie di problematiche organizzative che avrebbero reso difficoltosa la gestione di una struttura così importante. Non da ultimo, a determinare la scelta, sono state anche le tante incognite legate al contesto sanitario con il rischio di una seconda ondata del Covid-19 che potrebbe complicare ulteriormente il quadro generale».

Nella conclusione la società anconetana guarda anche al futuro: «Preso atto di questa situazione, augurando a chiunque risulterà il vincitore del bando di fare il meglio possibile per valorizzare un patrimonio cittadino come il Dorico, cercheremo comunque di svolgere allenamenti e partite proprio nel rinnovato impianto del Viale della Vittoria, già in passato un punto di riferimento per la nostra società».

Domani 4 luglio ad Ancona alle ore 12 presso l’Ufficio sport di Via Zappata ci sarà l’apertura delle buste contenenti le offerte. Al momento, salvo clamorose sorprese, Anconitana e Unione Rugbistica Anconitana restano le uniche società in gara.