Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Ancona-Matelica, a segno altri due colpi: D’Eramo e Berardi

Molto attiva la nuova società del presidente Canil che si è già mossa sul mercato con 2 giocatori di categoria che andranno a rinforzare i reparti di centrocampo e attacco

Il nuovo centrocampista biancorosso Michael D'Eramo

ANCONA – Dopo le conferme di Di Renzo, Moretti, Tofanari e Vitali, e l’acquisto dell’ex Ravenna Papa, il DS Francesco Micciola ha messo a segno altri 2 colpi: Michael D’Eramo e Filippo Berardi.

D’eramo, centrocampista classe 1999, è cresciuto nelle giovanili del Vicenza ed ha militato per 3 stagioni nell’Avezzano, totalizzando 78 presenze e 14 reti. Successivamente, è passato nello Spezia in B, prima di essere ceduto al Ravenna e alla Vis Pesaro, dove nell’ultima stagione è sceso in campo 25 volte, realizzando 2 reti. Queste le prime parole da biancorosso del centrocampista: «Conoscevo la Società, che nel corso degli anni ha sempre dato prova di continuità e serietà, facendosi rispettare ovunque. Avevo voglia di far parte di questo progetto. Sono felice della mia scelta. Ho stimoli ed entusiasmo. Ringrazio per la fiducia e prometto il massimo impegno. Non vedo l’ora di ricominciare e mettermi alla prova. Speriamo di poter tornare a giocare in uno stadio pieno, con i tifosi al nostro fianco».

Il nuovo attaccante Filippo Berardi con il DS biancorosso Micciola

Per quanto riguarda l’altra novità Filippo Berardi, attaccante classe 1997, nativo di San Marino, si tratta di un altro colpo importante che va a rinforzare il reparto d’attacco, che vanta già elementi importanti come il bomber Moretti. Cresciuto nelle giovanili del Rimini, Berardi è stato successivamente prelevato dal Torino, con il quale ha anche conquistato una prestigiosa Supercoppa italiana a livello giovanile. Berardi ha poi vestito le maglie di Juve Stabia e Monopoli, mentre nelle ultime due stagioni ha militato nella Vibonese, con la quale lo scorso anno ha totalizzato 24 presenze e 3 reti. Anche l’attaccante ha espresso entusiasmo per il suo approdo in maglia biancorossa. «Sono contento della mia scelta e super carico. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura. Parlando con il Direttore e il Presidente, sono stato subito conquistato dal progetto che mi hanno illustrato. I risultati conseguiti nella scorsa stagione parlano per loro. Le idee sono ottime e la piazza importante. Mi auguro di far bene con la nuova maglia, per me si tratta di un importante passo in avanti nella mia carriera. Sono entusiasta di lavorare con mister Colavitto, un tecnico molto preparato, di cui si parla un gran bene, capace di valorizzare al massimo il potenziale offensivo delle sue squadre. Mi metterò a completa disposizione dello staff, ho voglia di crescere e migliorare».

Si tratta senza dubbio di 2 elementi di categoria, che vanno a rinforzare una rosa già valida, che ha tutto per far bene in una piazza, quella di Ancona, vogliosa di ritornare nel grande calcio, e che ha accolto con entusiasmo l’arrivo del patron Canil capace di riportare il capoluogo dorico in LegaPro, dopo una stagione fallimentare in Eccellenza. Sicuramente il mercato biancorosso vedrà altri colpi, sia in entrata che in uscita, ma la società vuol valutare bene tutte le occasioni che si presenteranno in corsa per cercare di sbagliare il meno possibile.