Tutto pronto a Recanati per il torneo “Città dei Poeti”, sport e cultura insieme

La manifestazione dedicata al basket si terrà dal 18 al 20 aprile ed è riservata alla categoria Esordienti 2007-2008. Dodici le squadre ospitate e circa 300 gli atleti presenti. Per loro prevista la visita alla casa di Giacomo Leopardi

Da sinistra, Davide Paolini, Marco Raffaeli, Stefano Ottaviani, Fabio Sturani e Giacomo Baldassari per la presentazione del torneo di basket "Città dei poeti"

ANCONA- Il basket e la cultura. Un binomio che può viaggiare di pari passo, soprattutto se sullo sfondo c’è una città florida come Recanati. È stata presentata questa mattina, mercoledì 10 aprile, nelle sale del Coni Marche ad Ancona la quarta edizione del “Torneo delle Città dei Poeti”, organizzato dal Basket Recanati e riservato alla categoria esordienti 2007-2008, che dal 18 al 20 aprile riempirà di giovani cestisti la cittadina leopardiana.

Un evento che cadrà nell’anno del bicentenario de “L’infinito” di Giacomo Leopardi e prevede per tutti i tesserati delle dodici squadra partecipanti anche la visita dell’intero complesso museale della città. Trenta partite e un alto contenuto di spettacolarità reso possibile anche dal patrocinio di Coni Marche, Comune di Recanati e Fip Marche oltre che alla presenza di importanti partner come Astea Energia e Casa Leopardi. Nel weekend di Pasqua, Casa Leopardi aprirà gratuitamente i suoi percorsi ai 300 giovani cestisti presenti al torneo.

«Questo torneo nasce da un’idea condivisa con la Contessa Olimpia Leopardi – spiega il General Manager del Basket Recanati Marco Raffaeli – La particolarità di questo torneo è come riesce a coniugare sport e cultura con dei risultati che ci stanno entusiasmando. Ancora ci sono squadre che ci contattano per partecipare ma per ovvi motivi logistici siamo stati costretti a fermarci alle dodici squadre. Il ringraziamento più grande va alle istituzioni perchè fondamentali nella riuscita dell’evento».

Felicità da parte delle stesse istituzioni, a cominciare da Fabio Luna presidente del Coni Marche: «Siamo noi a dover ringraziare l’organizzazione per quanto prodotto con questo torneo. Mi piace evidenziare il fatto che l’attività sportiva e agonistica sia legata alla cultura perchè la cosa importante è far sì che i ragazzi non rimangano solo chiusi all’interno dei palazzetti. Le basi sono ottime e ritengo che nelle prossime edizioni sarà difficile rimanere a dodici squadre perchè aumenteranno sicuramente».

A fargli eco Fabio Sturani, in rappresentanza della Regione: «Siamo vicini, da sempre, ai temi dello sport e alla promozione sia del nostro territorio e delle nostre meraviglie. Stiamo investendo molto in questa direzione e continueremo a farlo. Complimenti a chi ha reso possibile questa kermesse».

La chiusura è stata affidata a Davide Paolini, presidente della FIP Marche: «La cultura abbinata alla pallacanestro fa sì che i ragazzi possano conoscere le meraviglie vicino a noi che spesso ignorano. Lo sport in generale è volano per queste cose e arriva in un periodo fitto di attività in questo senso. Storia, cultura e l’impegno da parte dell’intera città lo rendono diverso dagli altri perchè Recanati è una piazza storica per il nostro basket».

Chi partecipa  – AD Pallacanestro Recanati, CAB Stamura Ancona, International Pallacanestro Imola, Osimo Sotto Basket, Picchio Basket Civitanova Marche, Scuola Basket Montegranaro, Sporting Porto Sant’Elpidio, SMG Latina, Vigor Matelica, Virtus Porto San Giorgio. I team si affronteranno sui parquet della Scuola Media Patrizi, del Liceo Scientifico Leopardi e del Geodetico di Osimo.