Centro Pagina - cronaca e attualità

Sport

Calcio, la Fermana chiede un incontro con Ceriscioli per la riapertura degli stadi

La società gialloblù ha chiesto al Governatore un incontro per far ripartire le competizioni aperte al pubblico. Intanto prenderà il via il 16 agosto la preparazione della truppa di Antonioli

Il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli

Mentre prosegue senza soste il mercato della società canarina, la società ha richiesto ufficialmente un incontro con il Governatore della Regione Marche Luca Ceriscioli, in merito alla riapertura degli stadi in vista dell’imminente arrivo della nuova stagione agonistica.

La riapertura in oggetto infatti, sarebbe di vitale importanza per tutte le società, soprattutto quelle di LegaPro, i cui incassi al botteghino costituiscono un’ingente parte delle entrate nel bilancio. Lo stop forzato imposto dal lockdown insieme al mancato introito nell’ultima parte della stagione appena conclusa, hanno infatti messo letteralmente in ginocchio moltissime società, alcune delle quali non sono riuscite neanche a fare i Play-Off o addirittura a ripartire per la prossima stagione, come il Campodarsego, la Sicula Leonzio ed il Siena.

Questo il testo della richiesta ufficiale della società gialloblù: «In vista dell’imminente inizio della stagione calcistica 2020/2021, abbiamo chiesto la possibilità di un incontro con il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli per poter capire se, tenuto conto delle disposizioni del D.P.C.M del 07 Agosto 2020 e in linea con l’andamento della diffusione del Covid 19 e della curva dei contagi registrati nelle Marche, è possibile riaprire gli stadi al pubblico fino a un massimale di mille persone a partita».

Tornando al calcio giocato, è stata comunicata la lista dei partecipanti al ritiro precampionato, che prenderà il via al “Postacchini” di Capodarco (FM) dal 16 agosto. Il ritiro si svolgerà a porte chiuse, seguendo i protocolli previsti dalle autorità competenti.

Dopo diversi anni dunque, la società gialloblù tornerà a svolgere il ritiro estivo in casa. Un modo questo, non solo per fare quadrato intorno alla squadra e allo staff, ma anche per vivere al meglio la propria realtà sociale e sportiva. Quella di quest’anno, come sottolineato dalla società, «è un’occasione che permette di riavvicinarsi al popolo canarino che ha vissuto gli ultimi mesi in maniera forzata lontano dalla squadra e dagli atleti a causa del lockdown. Questa sarà anche la possibilità di un maggior contatto con i nostri partner commerciali che anche in questo campionato stanno dimostrando vicinanza alla Fermana e all’intero territorio che essa rappresenta». Sono stati effettuati inoltre anche i primi tamponi e test sierologici come richiesto dal protocollo sanitario tutt’ora in vigore per atleti e staff. Si è svolta quindi la prima giornata di tamponi; identico procedimento a quello tenuto sarà poi eseguito dalla società ogni quattro giorni. Queste misure di prevenzione sono la condizione preliminare e fondamentale per iniziare la preparazione.

Tutti i tamponi effettuati nel primo ciclo hanno comunque dato esito negativo. Di seguito l’elenco completo dei convocati per la preparazione:

PORTIERI
Vincenzo Fatone 2003 (aggregato, prov. Settore Giovanile), Paolo Ginestra, Elia Tantalocchi 2004 (aggregato, prov. Settore Giovanile)
DIFENSORI
Emanuele Aliffi 2000 (aggregato, prov. San Marco Servigliano), Gianluca Clemente, Marco Comotto, Donato De Pascalis 1998, Marco Manetta, Edoardo Scrosta, Nicolò Sperotto
CENTROCAMPISTI
Francis Gomez 2000 (aggregato, prov. Unipomezia), Ilario Iotti, Simone Isacco 2000, Angelo Persia, Luca Ricciardi, Gianluca Urbinati
ATTACCANTI
Luca Cognigni, Alessio Nepi 2000 , Tommy Maistrello

Nei giorni successivi si aggregheranno al gruppo anche Luca Cremona, Adriano Esposito, Davide Mordini, Giorgio Mantini ed Alessio Ruci. Tutti i calciatori aggregati sono di propietà della Fermana.

La Fermana conferma infine, dopo l’arrivo della comunicazione ufficiale arrivata dalla Covisoc, di aver ottenuto il parere favorevole per il rilascio della licenza nazionale propedeutica alla partecipazione del campionato di Lega Pro. Il parere positivo arrivato nella giornata di ieri si aggiunge a quello della commissione per i criteri infrastrutturali, organizzativi e sportivi. Tutto ok quindi per l’ottenimento della Licenza Nazionale ai fini dell’ammissione al Campionato di Serie C, 2020-2021.