Volpe investita a Trecastelli, salvata da un’associazione animalista

L’animale era stato urtato da un’auto in località Croce. Guardie zoofile lamentano però la mancanza di risorse per il recupero della fauna selvatica in provincia di Ancona

La volpe investita e salvata a Trecastelli

TRECASTELLI – È stata salvata la volpe ferita da un’auto alcuni giorni fa a Trecastelli. L’episodio si è verificato in località Croce, non troppo distante dall’incrocio che collega Castel Colonna con Monterado e Senigallia, dove è stato urtato l’animale nella giornata del 5 settembre scorso.

L’intervento di un passante ha permesso il recupero della volpe: grazie alla sua segnalazione è stato dato il via al passaparola che è giunto prima alle guardie zoofile dell’Oipa Marche e poi all’associazione “Biagio’s Group – Amici in fuga” che si occupa del recupero, della tutela e dell’affidamento degli animali di cani, gatti e altre specie animali.

Il cucciolo di volpe, ferito dopo l’impatto con un’automobile che l’aveva investito, è stato preso in cura dagli operatori della Biagio’s Group che l’hanno portato in una clinica veterinaria per le cure del caso.

La giovane volpe salvata

Le guardie zoofile hanno però ammesso all’automobilista che ha segnalato l’animale ferito la mancanza di fondi per i centri di recupero degli animali selvatici nella provincia di Ancona. «Posso dire di essere contento per il cucciolo di volpe – ha detto l’automobilista prima di lamentarsi per la carenza di risorse – ma sono rimasto molto deluso nel sapere che la Regione Marche, in bilancio, non ha stanziato un euro per il recupero della fauna selvatica».