Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Vigor, Clementi si (ri)presenta: «Felice di essere tornato a casa»

Il tecnico nato e cresciuto nella società senigalliese, debutterà al Bianchelli contro il San Marco Servigliano Lorese nell'inizio del nuovo ciclo

Aldo Clementi - Vigor Senigallia
Aldo Clementi con la vecchia Vigor, era la stagione 2013-14

SENIGALLIA – Con la Vigor, in passato, ha scritto pagine importanti di storia. Ora è chiamato a risollevarne il morale e la classifica, per farla tornare a navigare nelle prime posizioni dell’Eccellenza. Aldo Clementi è tornato a casa. Ed ha una voglia matta di ricominciare: «Sono felicissimo di essere ancora qui – le prime parole a caldo -. Ho la sensazione che ci sia grande entusiasmo e sono onorato per come mi hanno accolto. Non me l’aspettavo».

L’arrivo del tecnico, subentrato a Massimiliano Guiducci dopo tre kappao di fila per i rossoblu, ha riacceso l’entusiasmo dell’intera piazza: «Al mio primo allenamento c’era la tifoseria al campo – dice Clementi -. È un segnale di come Senigallia sia tornata a vivere il calcio in maniera passionale. Abbiamo l’obbligo di dare tutto per loro e renderli orgogliosi di noi».

Sulla scelta di risposare la Vigor: «In questi mesi senza calcio (l’ultima panchina di Clementi è stata l’anno scorso con la Pergolese, ndr) ho avuto svariati contatti anche in Serie D. Ma nulla è andato a buon fine. Poi è arrivata la chiamata del presidente Franco Federiconi. Quasi un segno del destino. E non c’era destinazione più gradita che potessi immaginare».

Sul turnover con Guiducci: «Come ribadisco da giorni, ho grande stima e considerazione di Massimiliano Guiducci. Ho ammirato la strada che ha fatto la squadra l’anno scorso in Promozione e quest’anno sino a Natale, quando sembrava lanciata per il primo posto. La separazione con un allenatore è sempre dolorosa da affrontare, ma porta ad una reazione. Il gruppo ha reagito e ci siamo allenati con una carica positiva».

Poi, infine, uno sguardo al prossimo turno di campionato che vedrà la Vigor Senigallia affrontare, domenica alle 15 al Bianchelli, il San Marco Servigliano Lorese: «Una squadra molto preparata – conclude Clementi -, con individualità forti, su tutti Giorgio Galli, ed un allenatore preparato come Renzo Morreale. Dovremo fare grande attenzione. Un appello ai tifosi? Io sono molto riservato e poco abituato a fare proclami. Di certo, posso dire che, con il loro entusiasmo, dovremo farci trascinare verso la vittoria».