Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Via ai lavori su ponte II Giugno a Senigallia, ecco le modifiche alla viabilità

La città si appresta a vivere due mesi di disagi per il cantiere relativo alla struttura che collega corso e via Carducci: verrà demolita e ricostruita. Svolto l’incontro per illustrare il programma, la tempistica e i possibili problemi

Lavori su ponte II Giugno a Senigallia
Lavori su ponte II Giugno a Senigallia

SENIGALLIA – Sono iniziati i lavori che interesseranno per almeno due mesi il ponte II Giugno. La struttura, che collega il corso di Senigallia con via Carducci e il rione Porto, verrà demolita e ricostruita. Secondo il progetto redatto dal Consorzio di Bonifica, per conto della Regione Marche che finanzia l’opera, il tutto si dovrebbe concludere entro natale. Intanto, nella giornata di giovedì 8 ottobre, dopo la conclusione del mercato settimanale cittadino, è stato dato il via all’allestimento del cantiere stradale. Un doppio cantiere in realtà, dato che occuperà lato sud una porzione di via Portici Ercolani (da via Mastai circa al Foro annonario) e a nord una porzione più limitata di via XX Settembre e via Dogana Vecchia, all’incrocio con via Carducci.

A presidiare il cantiere, oggi, c’erano diversi agenti di polizia municipale senigalliese che hanno fornito informazioni agli automobilisti, centauri, ciclisti e pedoni ignari della modifica alla viabilità. Sì perché il cantiere, occupando una grossa porzione dei due incroci ai lato del ponte II Giugno, comporterà una serie di modifiche alla circolazione stradale fino al prossimo 20 dicembre, imprevisti permettendo.

Viabilità modificata a Senigallia per i lavori su ponte II Giugno
Viabilità modificata a Senigallia per i lavori su ponte II Giugno

Ecco le modifiche: innanzitutto, sarà impossibile percorrere il ponte anche da parte di velocipedi e pedoni già dal giorno di avvio dei lavori: i due passaggi possibili rimarranno pertanto quelli attraverso ponte Garibaldi e ponte Perilli, quest’ultimo però ospita la statale Adriatica con il suo notevole flusso di auto e mezzi pesanti.

Sarà poi istituito il divieto di sosta permanente, con rimozione coatta dei veicoli in difetto, e il divieto di transito per i pedoni sul marciapiedi, in via Portici Ercolani, lato fiume Misa, dall’altezza del civico n. 50 a Ponte Due Giugno, riservando l’area all’allestimento del cantiere stradale. I pedoni saranno indirizzati sotto il porticato all’attraversamento pedonale ubicato in via Portici Ercolani in prossimità di via Mastai.

In via Portici Ercolani, lato porticato, sarà istituito il divieto di fermata, dall’altezza del civico n. 56 a via Manni, e sarà abrogata la pista ciclabile, lato fiume, da via Manni a Ponte Due Giugno, indirizzando i ciclisti verso l’imbocco di piazza Simoncelli.

Sarà istituito il divieto di transito a tutte le categorie di veicoli, velocipedi compresi, in via XX settembre da via Carducci a via Corinto, dove sarà abrogata anche la pista ciclabile lato fiume; in via Dogana Vecchia, da via Carducci a via Alessandria, e in via Carducci, dall’intersezione con via XX Settembre/Dogana Vecchia a Ponte due Giugno, riservando l’area al cantiere stradale.

Saranno istituiti spazi di sosta, riservati al carico e scarico cose, in piazza Manni, negli stalli di sosta a pettine paralleli all’asse viario lato fiume, con orario 8:00/20:00, nei soli giorni feriali, ove la sosta è consentita per il tempo strettamente necessario ad effettuare il carico e scarico e comunque per un massimo di 30 minuti con esposizione del disco orario.

Nei giorni di giovedì compresi nel periodo tra il 15 ottobre e il 17 dicembre, dalle ore 06.00 alle ore 15.00, sarà poi istituito il divieto di sosta, con rimozione coatta dei veicoli in difetto per mercato, in piazza Manni, nell’intera area a parcheggio antistante il Foro Annonario e sarà istituito il senso unico di circolazione sul lungofiume (via Manni e via Perilli), con direzione di marcia ammessa ovest – est, da via Portici Ercolani a viale Bonopera.

Altre modifiche alla viabilità – tra cui la sospensione, ma solo per alcuni limitati giorni, della ztl in via Fratelli Bandiera – e la circolazione in via Piscane, via Masta, via Armellini, via Arsilli e Cavallotti, saranno rese note successivamente.

Modifiche che sono intanto state rese note nella serata di mercoledì 7 ottobre alla chiesa dei Cancelli durante un incontro coi cittadini voluto dalla nuova amministrazione comunale targata Olivetti. Proprio il neo sindaco ha voluto rimarcare come fosse necessario qualcosa di più di un semplice comunicato stampa per informare la cittadinanza dato l’impatto notevole che tali lavori avranno su residenti, frequentatori e imprenditori del centro storico. All’incontro ha partecipato l’ing. Nafez Saqer (della direzione lavori) il quale ha spiegato come i lavori di rifacimento del ponte II Giugno rientrino in una progettualità più ampia per ridurre il rischio idrologico in caso di piena (dalla rimozione delle pile in alveo all’escavo del tratto terminale del fiume, dal prolungamento del molo sud del porto fino alla realizzazione di uno o più sfioratori per far tracimare l’acqua in eccesso nella darsena dei pescatori, come sfogo quando il fiume è in piena). 

Sempre l’ingegnere ha poi illustrato il programma dei lavori: le interruzioni del traffico su via Portici Ercolani saranno limitate a poche giornate e solo per la movimentazione di grandi travi del ponte, rassicurando di fatto molti operatori del centro storico. Intanto si è iniziato delimitando la zona di transito dei veicoli. Tra martedì 12 e mercoledì 13 ottobre verrà realizzata la passerella provvisoria per potervi attaccare i sottoservizi ora fissati al ponte II Giugno. Già il giorno successivo ci sarà una prima interruzione per consentire il posizionamento di una grossa trave. Poi per un mese, non ci sarà più alcuna interruzione del traffico, assicura l’ing. Nafez, perché si lavorerà all’interno del fiume, maltempo permettendo: verranno spostati i sottoservizi, rimossi i pali della fondazione, demolito il vecchio ponte II Giugno e infine ripulito il letto del fiume Misa. Tra circa un mese verrà posizionata un’altra trave  che sorreggerà il nuovo ponte: esteticamente sarà bianco, con parapetti in pietra quasi identici a quelli attuali come da prescrizione della Sovrintendenza per i beni architettonici e del paesaggio delle Marche. Il varo del nuovo ponte II Giugno sarà intorno al 25-27 novembre a cui poi seguiranno il completamento delle “spalle” su cui poggia la struttura, dei marciapiedi, le impermeabilizzazioni e la pavimentazione. L’ultimo passo sarà, dopo il ripristino delle tubature per i sottoservizi, il collaudo tecnico e statico del nuovo ponte II Giugno in acciaio.