Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

All’unione dei comuni anche il servizio turismo: studio di fattibilità in arrivo

La verifica dell’opportunità si concluderà entro la metà di aprile: già da maggio potrebbe essere affidata la promozione turistica dell’intera vallata, compresi anche i borghi di Corinaldo e Castelleone di Suasa

Turismo balneare: la spiaggia e il mare di Senigallia presi d'assalto d'estate
Turismo balneare: la spiaggia e il mare di Senigallia

SENIGALLIA – Allargare la prospettiva per promuovere un intero territorio. All’unione dei comuni “Le Terre della Marca Sènone” potrebbe da maggio essere affidato il servizio turismo della vallata del Misa e del Nevola. Questa è la novità per quanto riguarda l’ente nato nel 2018 grazie al progetto di sette comuni (Arcevia, Barbara, Ostra, Ostra Vetere, Senigallia, Serra de’ Conti e Trecastelli) che hanno unito forze e risorse per gestire in maniera sinergica alcuni servizi. 

Lo scorso mese, la giunta dell’unione ha stabilito che venga predisposto entro la metà del mese di aprile 2021 uno studio preliminare di fattibilità per verificare i vantaggi di tale scelta. Con questo ulteriore passo in avanti, eventualmente da raggiungere nel prossimo maggio, si vorrebbero unire le capacità per implementare un altro servizio strategico per l’intera vallata: quello di promuovere l’immagine di un territorio ricco di arte, storia, paesaggi, bellezze ed eccellenze enogastronomiche che dalla spiaggia di velluto di Senigallia arriva fino ai monti di Arcevia passando per ognuno dei comuni che compongono il territorio.

Al momento l’unione dei comuniLe Terre della Marca Sènone” gestisce dall’aprile 2018 il sistema locale dei servizi sociali con la conseguente erogazione delle prestazioni ai cittadini per tutti i comuni (compresi i due dell’unione Misa-Nevola) e, dallo stesso mese, anche lo Sportello Unico telematico delle Attività Produttive (Suap), comprensiva del servizio commercio e attività economiche. Ma le attività non si fermano qui. Ha anche la gestione del servizio di ragioneria per i comuni di Arcevia, Ostra Vetere e Serra de’ Conti e del servizio di polizia locale per Barbara, Ostra, Ostra Vetere e Trecastelli dal marzo 2019.

In caso di analisi di fattibilità con esito positivo, il progetto verrebbe portato avanti, assieme all’unione dei comuni Misa-Nevola che comprende Corinaldo e Castelleone di Suasa, come per i servizi sociali, coprendo praticamente l’area che compone dimensione territoriale ottimale D.T.O. n. 7.

«Il settore del Turismo, oltre che a concorrere allo sviluppo dell’economia, rappresenta un elemento determinante per la diffusione dei  valori che appartengono ad un territorio – si legge nella deliberazione della giunta di Senigallia n° 61 del 25 marzo 2021 – I sindaci dei nove comuni della D.T.O. n. 7 (Unione delle Terre della Marca Senone e Unione Misa-Nevola) hanno condiviso l’obiettivo strategico di attuare progettualità integrate per valorizzare l’immagine e la visibilità turistica delle identità locali in modo unitario attraverso la realizzazione di un portale turistico unico in grado di alimentare anche ulteriori database tematici o App che in futuro potrebbero essere realizzati e ottimizzando  gli strumenti già in uso nei diversi Enti in conformità ai principi generali dell’attività amministrativa improntata ai criteri di economicità e di efficienza». Ma non è tutto. 

A seguito infatti della pandemia da coronavirus e della massiccia campagna di vaccinazione che in Italia è appena cominciata, si prevede un’evoluzione del settore turismo nel medio lungo termine: bisogna dunque farsi trovare pronti. «Per questo progettualità come quella sopra indicata devono considerarsi anticipatrici di una programmazione più ampia in ambito turistico ed elemento di forza da mettere a sistema». Per il Comune di Senigallia, «integrare in maniera organica la propria offerta turistica con quella degli altri comuni della vallata produrrebbe effetti molto positivi, in termini di accesso a nuove fasce di mercato nel panorama turistico nazionale ed internazionale». 

Il tutto verrà dunque valutato entro un paio di settimane: l’analisi effettuata attraverso uno specifico studio di fattibilità permetterà di capire se l’eventuale ampliamento dell’ambito di operatività dell’Unione attraverso il conferimento del servizio turismo possa essere o meno una reale opportunità già per la stagione estiva 2021 in partenza proprio il 1° maggio prossimo.

Dello studio di fattibilità si occuperanno il segretario generale del Comune di Senigallia Imelde Spaccialbelli; il dirigente dei servizi sociali dell’unione dei comuni Maurizio Mandolini; il funzionario contabile di Senigallia Andrea Marcantoni e Paolo Mirti, dirigente del servizio turismo del Comune di Senigallia, unica amministrazione tra quelle aderenti all’Unione con tale servizio strutturato.