Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Ultimi mesi da sindaco, Matteo Principi scrive alla comunità di Corinaldo

Il primo cittadino: «Le difficoltà non scompariranno, ma importante è la capacità di una comunità di reagire. Scusatemi se a volte non sono stato all’altezza»

Matteo Principi
Matteo Principi

CORINALDO – Da Matteo Principi una lettera aperta alla comunità in cui saluta la sua città, ringrazia per la collaborazione e le critiche e si scusa per gli errori fatti. Il primo cittadino si mette a nudo nei confronti dei corinaldesi che nella primavera prossima saranno chiamati a rinnovare, attraverso il proprio voto, l’amministrazione e il consiglio comunale.

Principi, che tra pochi mesi terminerà il suo secondo mandato amministrativo a servizio «di questa straordinaria collettività» ha voluto ringraziare tutte le persone che hanno collaborato o dato contributi senza mai tirarsi indietro, tutti coloro che hanno lavorato in silenzio e lontano dai riflettori. «Grazie a chi non ha mai smesso di dialogare, nonostante aprirsi sia sempre più difficile. È solo attraverso la forza del confronto che siamo riusciti a crescere». Tra i vari ringraziamenti arriva anche quello rivolto «a chi mi ha criticato. Sono coloro che hanno avuto il coraggio di farmi riflettere, sottolinearmi gli errori, di permettermi di correggere le mie azioni».

Il nuovo percorso per Corinaldo è però ormai all’orizzonte e dal sindaco Principi arriva l’augurio per questo anno che porterà un’importante sfida: «Le difficoltà non scompariranno, ma importante è la capacità di una comunità di reagire e di continuare a guardare la realtà con occhi attenti e con voglia di vivere. È questo un augurio ma anche un modo per scusarmi se a volte, come Sindaco, non sono stato all’altezza di questo ruolo. Che quanto fatto in questi anni, nel bene e nel male, possa essere per i futuri amministratori motivo e stimolo per fare un buon raccolto».

Exit mobile version