Truffa e bancarotta: auto e villa di lusso sotto sequestro a Senigallia

I beni mobili e immobili confiscati ammontano a circa 500mila euro: a inguaiare l'uomo è stato il tenore di vita sproporzionato rispetto a quanto dichiarato ai fini fiscali

Guardia di Finanza
Guardia di Finanza

SENIGALLIA – Un’auto e una villetta di lusso del valore di circa mezzo milione di euro sono state sottoposte a sequestro dalla Guardia di Finanza a Senigallia. Il blitz dei militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Ancona è scattato stamane, 26 luglio, nei confronti dei beni di una persona già nota alle forze dell’ordine per bancarotta, truffa e reati tributari.

L’uomo, oltre al consistente patrimonio accumulato nel tempo, aveva un sostenuto tenore di vita, incompatibile secondo i finanzieri con quanto dichiarato ai fini fiscali. L’operazione “Mandriano” ha portato al sequestro dei beni mobili e immobili come misura di prevenzione su richiesta della Procura della Repubblica di Ancona in base al Testo Unico Antimafia.

Per ricostruire il profilo di pericolosità sociale dell’uomo, i finanzieri hanno dovuto scavare a fondo per accertare le modalità con cui il patrimonio è stato nascosto al fisco, messe in atto tramite un’azienda a sua volta controllata dall’estero presso una fiduciaria a San Marino.

La villa a Senigallia posta sotto sequestro dalla Guardia di Finanza
La villa a Senigallia posta sotto sequestro dalla Guardia di Finanza