Trecastelli, l’opposizione critica le scelte sulla nuova sede della Polizia Locale

Terenzi, Peverelli e Montironi duri contro il rischio che l'affitto pesi solo sulle casse del comune che ospita la sede: al centro ci sono 288mila euro (spalmati su 12 anni) che potevano essere investiti per un acquisto

Trecastelli, nuova sede polizia locale

TRECASTELLI – È stata inaugurata lo scorso 25 luglio la nuova sede della Polizia Locale dei Comuni di Barbara, Ostra, Ostra Vetere e Trecastelli, ubicata a Passo Ripe. Ma già si fanno sentire le critiche dell’opposizione consiliare cittadina che sottolinea in particolar modo due fatti: il primo riguarda l’affitto stipulato dall’amministrazione comunale che rischia di pesare sulle casse del solo comune di Trecastelli; il secondo è invece sulla scelta di non sobbarcarsi un mutuo che consentirebbe almeno alla fine (e con la stessa cifra) di divenire proprietari di un edificio.

A sollevare le critiche sono i consiglieri di minoranza Giorgio Terenzi, Nicola Peverelli e Gloria Montironi del gruppo “Insieme si può”: al centro delle perplessità c’è innanzitutto la formula che prevede un costo totale di 288mila euro a carico del singolo comune di Trecastelli, e poi anche il fatto che le clausole rescissorie non consentiranno di tornare sui propri passi prima di sei anni, e quindi prima di aver speso circa metà di tale cifra.

«Riteniamo un’assurdità sostenere che il nuovo comando di polizia locale ubicato in località di Passo Ripe determini un potenziamento del servizio di polizia locale che lamenta seri problemi organizzativi legati al rapporto tra organico effettivamente operativo e territorio da presidiare, come da tempo siamo a denunciare. Purtroppo, ciò che non viene rappresentato alla cittadinanza da parte dell’attuale amministrazione, è che il nuovo comando di polizia locale appartiene ad una ben nota impresa locale di Trecastelli e che il Comune si è sobbarcato un canone d’affitto pari ad € 2.000,00 mensili con la formula contrattuale di anni 6+6 con una spesa complessiva stimabile che si aggira attorno ai 288.000, 00 € per 12 anni».

«Il Comune di Trecastelli – spiega Peverelli – deve pretendere la giusta compartecipazione dei Comuni aderenti scorporando quella parte dell’immobile destinata al ricovero dell’archivio comunale, considerato che l’Unione, invece, potrà beneficiare del comando a titolo di comodato gratuito». Lo schema di convenzione approvato a febbraio scorso prevede infatti la distribuzione delle spese legate al servizio tra i Comuni conferenti (Trecastelli, Ostra, Ostra Vetere e Barbara) in base al numero degli abitanti.

Altre critiche arrivano dal consigliere Terenzi che trova discutibile la scelta di ubicare il nuovo comando di polizia locale all’interno di un immobile privato. «Con la spesa che il comune di Trecastelli deve sostenere per l’affitto dei locali di 397 metri quadri, si poteva tranquillamente acquistare un immobile, accendendo un mutuo, ammesso e non concesso che nel grande patrimonio immobiliare di proprietà dell’ente non ci fossero altri spazi da poter utilizzare. I costi per l’acquisto, prendendo i valori che l’agenzia delle entrate stima per dei locali adibiti ad uso ufficio, nella zona di Passo Ripe e Brugnetto oscillano da 590 euro a 810 euro a metro quadro. Facendo un po’ di conti, la spesa ipotizzabile per l’acquisto va da 235.000 euro a 321.000 euro. L’affitto per i 12 anni del contratto ammonta ad € 288.000 senza considerare la rivalutazione ISTAT ogni anno, e alla fine non avremmo niente di proprietà».