Permaflex sconti fino al 50% Casa del Materasso Jesi
Permaflex sconti fino al 50% Casa del Materasso Jesi
Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Trecastelli e Castelleone celebrano la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

Il 99° anniversario della fine della Grande Guerra sarà celebrato in modo ufficiale dai comuni con la partecipazione delle scuole, delle autorità civili, militari e religiose per riflettere sul costo della democrazia

Le Frecce tricolori
Le Frecce tricolori

TRECASTELLI – Le comunità di Monterado, Castel Colonna e Ripe si preparano per celebrare il 4 novembre la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate con un doppio evento.

Mercoledì 1 novembre, alle ore 16.30, ci sarà la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti in guerra, presso il cimitero comunale della località di Ripe. L’evento, promosso dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci Trecastelli Sezione Ripe, avrà la partecipazione di autorità religiose, civili e militari.
Così come le stesse autorità – assieme agli studenti delle classi quinte della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo Nori De’ Nobili – parteciperanno alla manifestazione principale che si terrà appunto il 4 novembre, alle ore 10.30 presso il monumento ai caduti, in viale Enzo Paci, nella località di Monterado. Un modo per condividere con la comunità una giornata significativa nella storia della nostra nazione, la vittoriosa conclusione della 1^ Guerra Mondiale, avvenuta il 4 novembre 1918.

Doppia celebrazione anche a Castelleone di Suasa, dove l’amministrazione comunale, in collaborazione con la locale sezione dell’associazione nazionale Combattenti e Reduci (Ancr) e con la partecipazione della locale sezione dell’associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro (Anmil), commemorerà sabato 4 novembre il 99° anniversario della vittoria della Grande Guerra e la Giornata dell’Unità d’Italia, delle Forze Armate e dei Mutilati e Invalidi del Lavoro.
In programma, a partire dalle ore 16, vi sono la deposizione di una corona di alloro al parco della Rimembranza presso il cimitero cittadino, il raduno in piazza VIttorio Emanuele II con formazione del corteo ufficiale, alza bandiera, deposizione di un’altra corona di alloro al monumento ai caduti e alla lapide dei mutilati e invalidi, per concludersi con l’intervento dello storico Alberto Fiorani e con la messa nella chiesa dei SS. Pietro e Paolo, in memoria dei Caduti in guerra. Parteciperà la Banda Musicale Cittadina, diretta dal Maestro Fabrizio Persi.

Doppia commemorazione poiché lunedì 6 novembre, anche le scuole cittadine – la primaria e la secondaria di primo grado – si recheranno al monumento ai caduti alle ore 10:30, per riflettere sul significato storico e umano degli avvenimenti di un secolo fa in nome della democrazia – conquistata, non regalata – grazie a quanti combatterono e si sacrificarono per l’Italia. I festeggiamenti termineranno con il ringraziamento ai militari in servizio, in Italia e nelle missioni internazionali all’estero.

agrturismo il gelso fabriano