Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Tragedia Lanterna Azzurra, il comitato dei genitori diventa associazione

Nato dopo i drammatici eventi di Corinaldo in cui morirono 5 adolescenti e una giovane mamma, il CoGeU si trasforma e si apre alla città per permettere a tutti di aderire e di sviluppare iniziative sul mondo dei giovani, profondamente cambiato dopo l’8 dicembre 2018

Il concerto durante le iniziative di L'8 per il futuro promosse dal Comitato genitori unitario

SENIGALLIA – Il Comitato Genitori Unitario si apre alla città. La realtà nata dopo la tragedia della Lanterna Azzurra di Corinaldo, in cui morirono 5 adolescenti e una giovane mamma, si è costituita in associazione per permettere a tutti di aderire e di sviluppare le tematiche sul mondo dei giovani, profondamente cambiato dopo i tragici eventi dell’8 dicembre 2018.

La neonata realtà associativa ha riportato nell’atto costitutivo il ricordo delle sei vittime: Asia Nasoni, Benedetta Vitali, Daniele Pongetti, Emma Fabini, Eleonora Girolimini e Mattia Orlandi. Ricordo che già durante l’anno scorso aveva portato il CoGeU a organizzare incontri, dibattiti, approfondimenti, focus sul mondo giovanile e su quello dell’intrattenimento. 

Le iniziative del comitato sono culminate, a un anno esatto dalla tragedia, in corsi per i genitori e per il personale dei locali di intrattenimento, nell’approvazione del codice etico per la tutela e il diritto al divertimento dei minori e infine in L’8 per il futuro, una grande manifestazione candidata a divenire un appuntamento di calibro nazionale e con cadenza annuale. A testimonianza che tutto è cambiato dopo la tragedia della Lanterna Azzurra che ha scosso l’intero paese.

Il comitato CoGeU si è trasformato in associazione lo scorso 23 giugno. I soci fondatori dell’associazione sono Alessandra Bastianoni, Giacomo Bramucci, Luigina Bucci, Nathalie Choulet, Luigi Diamanti, Fabrizio Dubini, Maria Cristina Giombetti, Gilda Gnagnarelli, Carlo Grande, Livio Marangio, Liuba Orlandoni, Aurora Riginelli, Roberta Ruggeri, Daniela Tomassini e Adriana Zucconi: hanno scelto di aprire il CoGeU a tutta la cittadinanza, ragazzi dai 15 anni in su compresi. 

«I giovani sono la nostra vera forza – afferma la presidente dell’associazione Luigina Bucci – tutto ciò che abbiamo realizzato è stato fatto grazie al contributo dei giovani studenti senigalliesi che ci hanno affiancato, guidandoci passo dopo passo nel loro mondo». 

«Con i ragazzi e per i ragazzi – continua Alessandra Bastianoni, tesoriere – Tanti sono gli obiettivi del CoGeU: organizzare l’edizione 2020 di L’8 per il futuro; divulgare all’interno delle scuole e dei luoghi di divertimento il Codice etico; aprire una tavola rotonda per discutere con i ragazzi alcuni punti del codice e adattarlo alle loro reali esigenze di divertimento sicuro, dare supporto ai genitori ed aumentare la consapevolezza del divertimento sicuro».

Da qui l’appello rivolto a tutte le persone dai 15 anni in su ad associarsi e a prendere parte alle attività volontarie che verranno realizzate nel corso dell’anno. Informazioni: comitatogenitoriunitario@gmail.com oppure Comitato Genitori Unitario CoGeU.