Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Corrado Mancini: «Canterò la mia canzone per Asia»

Durante il concerto "Riprendiamoci la musica" in piazza Garibaldi, il cantautore 17enne di Barbara canterà 'Tu vola con me', un brano scritto per ricordare la 15enne di Marotta scomparsa nella strage della Lanterna Azzurra

SENIGALLIA- Domenica è il giorno del ricordo. A un anno dalla strage di Corinaldo, l’8 dicembre la comunità si stringerà attorno alle vittime della tragedia e alle loro famiglie.

La giornata inizierà alle 9, con la celebrazione una messa in Cattedrale. Alle 10.30 al teatro La Fenice, un’iniziativa rivolta alla cittadinanza. Dopo lo stop del pranzo, alle 15.30 il Mamamia aprirà le porte per un pomeriggio all’insegna di canti, letture in ricordo di Asia Nasoni, 14 anni, Bendetta Vitali 15 anni, Emma Fabini, 14 anni, Mattia Orlandi, 15 anni, Daniele Pongetti, 16 anni ed Eleonora Girolimini, 39 anni, tutti morti nella strage di Corinaldo.

Alle 19 si terrà ‘Riprendiamoci la Musica’, concerto in piazza Garibaldi dove saliranno sul palco Corrado Mancini, 17enne di Barbara e Filippo Lombardelli, 18enne di Ostra. Tra gli otto brani che eseguiranno ci sarà anche ‘Tu vola con me’, canzone scritta da Corrado per Asia. Quella maledetta sera c’era anche lui tra i tanti ragazzi che affollavano la discoteca di Corinaldo, come la gran parte dei presenti ha raggiunto l’esterno attraverso l’uscita, la numero 3, poco prima che la balaustra crollasse e che cinque minorenni e una mamma perdessero la vita schiacciati dalla calca. Come gran parte dei suoi coetanei scampati alla tragedia, Corrado preferisce cambiare discorso. È passato un anno, ma ricordare fa ancora male.

Corrado, come mai una canzona per Asia?
«Tramite mia zia ho conosciuto i suoi genitori, lei frequentava il Liceo Medi, proprio come me ed è stato come se la conoscessi da sempre, così è nata ‘Tu vola con me’».

‘Tu vola con me, lassù nel cielo dove tutto è più chiaro e limpido di te’ è il ritornello del brano dedicato ad Asia…
«Si, una frase che mi fa pensare che Asia ora si trova in un posto bellissimo ed è finalmente serena».

Anche tu eri alla Lanterna Azzurra quella sera?
«Si, c’ero anche io. È stata una questione di tempo, pochissimo tempo. Quando hanno iniziato ad uscire io ero vicino alla porta, sono andato fuori dall’uscita di sicurezza dov’è avvenuta la tragedia, poi quando mi sono girato, ho visto la balaustra che cadeva».

Dev’essere stato devastante…
«Si, lo è stato quella sera, ma ho cercato di rimuovere le immagini che ho visto. Poi a scuola vedere i compagni di Asia, il banco vuoto, è stato difficile da superare. Ho ancora impressi i volti dei suoi compagni, ma anche quello di tante persone che chiedevano aiuto».

Domenica, nel giorno della commemorazione, Asia sarà ricordata grazie alla tua canzone….
«Si, e ne sono felice. Non dobbiamo smettere di ricordare nessuno. Quella sera potevo esserci io al loro posto, la manifestazione di domenica serve anche per sensibilizzare perché tragedie come quella non accadano più, ma anche per fare vedere che da un concerto si torna senza voce e non senza vita».

Per te non sarà la prima volta sul palco, hai già alle spalle esperienze ad ‘Amici’ e ‘XFactor’…
«Ho fatto i provini per ‘Xfactor’ a maggio 2018 e ad agosto 2018 per ‘Amici’. La redazione di ‘Xfactor’ mi ha richiamato per i provini di marzo 2019 ma ho rifiutato. Ritenterò ad entrare ad ‘Amici’, l’ambiente mi è piaciuto di più»