Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Traffico internazionale di cani, furgone bloccato sulla complanare di Senigallia

Chiusi in gabbie strette e senza un sistema di aerazione all'interno, sono stati rinvenuti numerosi animali provenienti dall'est Europa senza alcuna autorizzazione: due persone indagate

Traffico internazionale di cani, furgone bloccato sulla complanare di Senigallia
Traffico internazionale di cani, furgone bloccato sulla complanare di Senigallia

SENIGALLIA – Numerosi cani di varie taglie sono stati rinvenuti all’interno di un furgone in transito lungo la complanare senigalliese, illecitamente trasportati dall’est Europa in spazi ristretti e senza aerazione. La scoperta è stata effettuata dagli agenti del Commissariato locale che erano impegnati in servizi di controllo del territorio.

Avendo notato la targa straniera, hanno deciso di fermare il mezzo con a bordo due 40enni originari dell’est Europa e di procedere a un’ispezione: dopo aver sentito dei guaiti provenire dal retro, l’operazione è stata estesa anche al vano del furgone. Qui sono stati rinvenuti numerosi cani di differenti razze, sia di taglia grande che piccola, rinchiusi in gabbie di medie dimensioni e in trasportini. 

Spazi molto ristretti e in un ambiente per giunta privo di sistema di aerazione, con vetri oscurati. Da un primo accertamento è emerso che tutti i cani provenivano dall’est Europa e che il veicolo era sprovvisto dei titoli amministrativi necessari per l’ingresso sul territorio nazionale degli animali e per la movimentazione degli animali a fini commerciali.

Traffico internazionale di cani, furgone bloccato sulla complanare di Senigallia
Traffico internazionale di cani, furgone bloccato sulla complanare di Senigallia

Gli agenti hanno provveduto quindi a sottoporre a fermo amministrativo il mezzo e a elevare sanzioni per diverse migliaia di euro per il trasporto di animali vivi senza prescritta autorizzazione e per il trasporto internazionale di merci sprovvisti di relativa documentazione. Inoltre, i due soggetti sono stati indagati in stato di libertà per il reato di traffico illecito di animali da compagnia per il quale è previsto la reclusione fino a un anno. 

I cani ritrovati sono stati posti sotto sequestro al fine di effettuare tutti i necessari accertamenti circa la provenienza e la destinazione degli stessi oltre a dover assicurare la loro sicurezza.

© riproduzione riservata