Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Terminata l’area dedicata a san Giovanni Paolo II, patrono di Trecastelli

Concluso l'intervento per il recupero dell'area in centro a Ripe, dove c'era il mattatoio. I lavori hanno interessato anche la scalinata comunale e le mura castellane. Celebrata intanto la messa al santo papa

Terminati a Ripe i lavori per il recupero urbanistico dell’area del centro storico ex mattatoio, intitolata a san Giovanni Paolo II, patrono di Trecastelli
Terminati a Ripe i lavori per il recupero urbanistico dell’area del centro storico ex mattatoio, intitolata a san Giovanni Paolo II, patrono di Trecastelli

TRECASTELLI – Terminati a Ripe i lavori per il recupero urbanistico dell’area del centro storico ex mattatoio. I lavori hanno restituito alla città e alla comunità un‘importante area – spiegano dall’amministrazione comunale – che è stata intitolata a san Giovanni Paolo II, patrono della città.

L’opera, che doveva essere inaugurata durante la giornata delle celebrazioni del patrono (22 ottobre), ma rinviata per la situazione di emergenza covid che si è verificata all’interno della struttura comunale con decine di dipendenti in quarantena, sarà inaugurata in una successiva data, nel rispetto delle norme in tema di sicurezza sanitaria. 

L’intervento è stato finanziato per circa 380.000 euro di fondi comunali derivanti dalla fusione delle tre municipalità e ha visto la realizzazione di una scala di collegamento tra piazza Leopardi e il largo san Giovanni Paolo II, nonché il collegamento dei locali storici restaurati della nella chiesa parrocchiale di S.Pellegrino intitolati al santo papa. Inoltre è stato reso possibile, con la demolizione dell’ex mattatoio, anche il recupero delle mura castellane, del ponte storico di collegamento al castello, la pavimentazione e tutte le opere di finitura connesse.

«Un’opera che valorizza l’importanza storico-culturale della nostra città – ha commentato il sindaco di Trecastelli Marco Sebastianelli – abbiamo recuperato un’area restituendo alla comunità un nuovo spazio dedicato al nostro santo patrono, rafforzando l’indissolubile legame esistente tra la sua figura e il nostro territorio, visto che la nostra città ha l’onore di conservare le sue sacre reliquie».

La messa a Trecastelli per san Giovanni Paolo II, patrono della città
La messa a Trecastelli per san Giovanni Paolo II, patrono della città

Se i lavori non erano terminati in tempo, si è comunque potuto celebrare una messa dedicata proprio al santo patrono, lo scorso 22 ottobre. La cerimonia ha visto la partecipazione della comunità di Trecastelli, di autorità civili, militari e anche di autorità e rappresentanti della comunità polacca delle Marche. La funzione è stata presieduta da don Emanuele Lauretani, in occasione del 25° di sacerdozio, con la presenza di altri sacerdoti, tra cui il parroco don Paolo Campolucci. Per questo momento sono state coinvolte le parrocchie di san Pellegrino vescovo e martire di Ripe, Madonna del rosario di Passo Ripe, san Michele arcangelo di Brugnetto, san Mauro abate di Castel Colonna, san Giacomo maggiore di Monterado e la b.v. Maria del ss. rosario di Fatima di Ponte Rio, con diretta streaming su www.diocesisenigallia.eu.