Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Summer Jamboree, nuova convenzione per l’edizione 2021 (e non solo)

La giunta comunale di Senigallia approva l'accordo con la società organizzatrice: il festival della musica e cultura americana anni '40 e '50 rimarrà in città anche per il 2021, dietro un notevole compenso economico, con l'opzione per poterlo mantenere fino al 2025

SENIGALLIA – Raggiunto un nuovo accordo che lega la spiaggia di velluto al Summer Jamboree. Dopo il rinvio della 21esima edizione a causa della pandemia da covid, l’evento clou dell’estate senigalliese rimarrà ancora per un anno, dal 30 luglio all’8 agosto 2021. Il Comune mette però le mani avanti e potrà esercitare il diritto di opzione anche sulle successive quattro annualità, dunque fino all’edizione 2025 compresa.

È di pochi giorni fa, infatti, la delibera di giunta (la n.167/2020) che approva lo schema di convenzione con la società Summer Jamboree srl per l’acquisto delle manifestazioni Summer Jamboree e Winter Jamboree (l’edizione invernale) 2020/2021. La giunta ha infatti «ritenuto opportuno confermare la collaborazione con gli ideatori ed organizzatori della manifestazione Summer Jamboree, alla luce della sua qualità artistica, della sua straordinaria capacità di promuovere l’immagine della città di Senigallia in Italia e nel mondo e vista la sua idoneità a sostenere in misura molto significativa l’economia del territorio».

Alla base della scelta ci sono gli ovvi motivi in termini di presenze turistiche, circa 400 mila di media nelle ultime edizioni e un indotto da milioni di euro, e di richiamo mass-mediatico a livello internazionale del festival sulla musica e cultura dell’America anni ‘40 e 50, che giova all’immagine turistica di Senigallia in tutto il mondo.

D’altronde, sono pochissime le città in tutto il pianeta che possono vantarsi di aver avuto ospiti del calibro di Chuck Berry, Jerry Lee Lewis, Jimmy Clanton, Carl Mann, Dale Hawkins, Hayden Thompson, Johnny Powers, Marvin Rainwater, Roddy Jackson, Sleepy La Beef, Sonny Burgess, Sonny West, Ray Sharpe, i Comets che con Billy Haley nel 1954 incisero la canzone simbolo del rock’n’roll (Rock around the clock), gli Stray Cats, vera e propria band di culto a fine anni Settanta e nel decennio successivo, i Los Lobos, nonché centinaia di artisti e performer tra cui l’icona della seduzione e della cultura burlesque, Dita von Teese. Senigallia, grazie al Summer Jamboree, c’è riuscita.

Dato che l’edizione 2020 era stata annullata per la pandemia in atto, l’amministrazione comunale e la società organizzatrice sono corse ai ripari con un nuovo accordo che prevede in sostanza l’acquisto degli eventi estivi e invernali legati alla manifestazione nata a Senigallia. Notevole il compenso che sale a 300mila euro + iva, con la possibilità entro febbraio prossimo di acquistare altre due giornate di Summer Jamboree (per un totale di 12 giorni consecutivi) per altri 60mila euro + iva. 

I primi eventi a partire saranno quelli invernali: si tratta di massimo 8 serate musicali a tema con dj set mensili alla Rotonda a mare, da gennaio a maggio 2021 per poi riprendere a ottobre 2021; tra luglio e agosto si terranno invece le 10 giornate di Summer Jamboree (trad.: raduno, festa, baldoria estiva) più 8/9 serate di dopofestival tra cui l’appuntamento con la seduzione e il burlesque e l’ormai celebre hawaiian party sulla spiaggia di velluto. Eventi per cui arrivano turisti e appassionati da ogni parte del globo.