Stretta contro i parcheggiatori abusivi, la Lega: «Dal 2016 a oggi nulla è stato fatto»

Sabato 26 maggio inizierà a Senigallia, al parcheggio dell'ospedale, un volantinaggio, il primo di una serie di iniziative nei luoghi sensibili per sensibilizzare i cittadini

I rappresentanti provinciali e senigalliesi della Lega
I rappresentanti provinciali e senigalliesi della Lega

SENIGALLIA – Parcheggiatori e venditori abusivi, immigrati clandestini. Sono questi i temi su cui il gruppo Lega di Senigallia sta organizzando alcune iniziative pubbliche. La prima è proprio domani, sabato 26 maggio, quando si terrà un sit-in con volantinaggio da parte di alcuni esponenti leghisti senigalliesi in uno dei punti più sensibili della città, il parcheggio dell’ospedale cittadino.

«Vogliamo dare una stretta sui parcheggiatori abusivi – spiega Michela Silvestrini, componente della segreteria provinciale della Lega – dato che il sindaco Maurizio Mangialardi non se ne occupa. Eppure nel 2016 era stata approvata una mozione all’unanimità dal consiglio comunale in cui si impegnava la giunta a prendere le iniziative necessarie per liberare i parcheggi cittadini dalla presenza dei parcheggiatori abusivi. Il problema si verifica più spesso con le persone anziane e le donne sono questi i target di persone che vengono “circondate” dai parcheggiatori. Molto spesso bisogna aver paura, anche in base alle aggressioni che si sono verificate nel tempo».

«Noi domani faremo volantinaggio, dalle 10 alle 12, nel parcheggio dell’ospedale cittadino ma – prosegue Silvestrini – diamo in pratica il via a una serie di iniziative simili che coinvolgeranno il Foro Annonario, il parcheggio di piazzale Morandi e dello stadio Bianchelli e altri spazi dove si radunano questi ragazzi che vivono nell’illegalità».

parcheggiatori abusivi a Senigallia
parcheggiatori abusivi a Senigallia

Altri banchetti e volantinaggi saranno organizzati dalla Lega senigalliese nel mese di giugno, con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema del quale finora si è parlato tanto ma fatto poco. Il prossimo 2 e 3 giugno, in concomitanza con la campagna di tesseramento della Lega, il gruppo di Senigallia ha organizzato una raccolta firme per chiedere all’amministrazione comunale di dare seguito alla mozione anti abusivi approvata nel 2016.

Davide Da Ros
Davide Da Ros

«Vogliamo ribadire – fa eco il consigliere Davide Da Ros – che non siamo razzisti poiché a noi non interessa il colore della pelle. Quello che a noi interessa è ripristinare una situazione di legalità e sicurezza che a ora non c’è. La nostra iniziativa vuole essere un segnale per l’amministrazione comunale che non ha fatto nulla per evitare spiacevoli episodi che si ripetono continuamente. Perciò vogliamo anche coinvolgere le associazioni di migranti del nostro territorio, perché anche gli stranieri che sono regolari, che lavorano e pagano le tasse sono indirettamente danneggiati da chi si comporta illegalmente».

«Così come – continua Da Ros – i venditori con licenza che passano sulla spiaggia: anche loro sono danneggiati dagli abusivi che passano ogni cinque minuti sotto l’ombrellone dei bagnanti. Ma per risolvere il problema bisogna contrastare l’abusivo, non togliere le licenze ai regolari. Semmai diamo loro uno spazio ad hoc per permettere a chi lavora di farlo in piena legittimità».

Milco Mariani e Michela Silvestrini
Milco Mariani e Michela Silvestrini

«Anche perché – conclude Milco Mariani, segretario provinciale della Lega – molte altre realtà hanno risolto il problema e non si capisce perché a Senigallia non si possa raggiungere tale risultato. Forse manca la volontà politica, perché non è che servano tante risorse: basti guardare a Pisa o Cervia o nel maceratese, dove la Polizia Municipale ha intensificato i controlli e dove la situazione è nettamente migliorata».