Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Via il degrado dal sottopasso via Perilli a Senigallia

L'opera, che bypassa ferrovia e statale, versava in una condizione poco dignitosa per una città turistica, e presentava alcuni ostacoli alla sicurezza dei pedoni

Completati i lavori di riqualificazione del sottopasso di via Perilli a Senigallia
Completati i lavori di riqualificazione del sottopasso di via Perilli a Senigallia

SENIGALLIA – Terminati dopo quasi due mesi i lavori di riqualificazione del sottopasso pedonale di via Perilli. Un intervento atteso da anni che metteva insieme le esigenze estetiche e di sicurezza dei pedoni in transito nell’opera che bypassa ferrovia e statale Adriatica. La proposta era arrivata dall’assessore ai lavori pubblici Nicola Regine e la giunta ha voluto fortemente recuperare questo punto nevralgico per la città, che per troppi anni si trovava in stato di degrado, «dimenticato dalle precedenti Amministrazioni» spiegano. 

Presentava tutti gli acciacchi dell’età (guarda qui le FOTO del degrado): infiltrazioni, cattivi odori, distacchi di intonaco, rigonfiamenti e pezzi mancanti nello strato di gomma calpestabile, scalini rovinati. Insomma un brutto biglietto da visita per chiunque transitasse nel sottopasso di via Perilli per raggiungere il mare o, viceversa, il centro storico. Ma era anche un problema di sicurezza: le due scalinate di accesso all’infrastruttura da via Corridoni e viale Bonopera presentavano alcuni segni di cedimento pericolosi nei confronti degli utenti; anche il sottofondo con rivestimento in gomma antiscivolo era in molti punti deteriorato e usurato, lasciando aperte ampie porzioni che rappresentano un altro pericolo per i pedoni.

L’intervento da 60 mila euro è consistito nel sistemare le superfici verticali del sottopasso, che nella parte rivolta verso il foro annonario presentavano ampie porzioni danneggiate dovute alla ossidazione dei ferri di armatura, nonché le superfici pavimentate rivestite in gomma e le scale di uscita dello stesso. Iniziato il 20 settembre, con una organizzazione dei lavori che comunque ha permesso durante gli orari di chiusura del cantiere l’attraversamento da parte dei pedoni, è stato terminato con l’inaugurazione di sabato scorso, 4 dicembre alla presenza delle autorità civili e militari. Senigallia ha così recuperato, sia in termini di sicurezza che di decoro, una delle principali vie di accesso al mare dal centro, ora accessibile a tutti e tornata nella sua piena funzionalità.

Ma nel prossimo futuro la zona sarà interessata da altri cantieri: Rfi ha informato il Comune di essere ancora in fase progettuale per quanto riguarda il rifacimento strutturale del ponte ferroviario sul fiume Misa. Si tratta di un progetto che dovrebbe avere importanti ripercussioni per viale Bonopera e per via Perilli, sottopasso compreso. Non ci sarà alcun intervento, però, almeno prima dell’inizio del 2023.