Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Sport e diritti (negati), la terza Commissione consiliare di Senigallia apre il confronto

La pratica sportiva riveste un ruolo fondamentale nell'educazione e formazione dei giovani. Ma non sempre al diritto corrisponde un pieno riconoscimento nella pratica delle visite mediche o nella disponibilità oraria degli impianti

La Piscina Saline di Senigallia

SENIGALLIA – Si parlerà di piscina Saline, di accesso e disponibilità per i ragazzi disabili, nonché del diritto alla visita medico – sportiva per i minorenni durante la seduta della III Commissione consiliare permanente. L’organismo cittadino, che ha competenza in materia di sport, si riunirà mercoledì 8 novembre alle ore 18 nella sala urbanistica del palazzo La Nuova Gioventù in viale Leopardi.

Dopo l’approvazione del verbale della seduta precedente, l’ordine del giorno prevede – come disposto dal vicepresidente Mauro Bedini, la discussione sul diritto alla visita medico-sportiva gratuita per i ragazzi minorenni e il caso dell’accesso negato ai ragazzi diversamente abili alla Piscina Saline.

Sul primo tema era intervenuto nei giorni scorsi il consigliere di Unione Civica Roberto Paradisi, lamentandosi per la mancanza di disponibilità dell’Asur per effettuare le visite propedeutiche allo svolgimento della pratica sportiva. Un diritto negato, sostiene il consigliere e avvocato, che ha costretto molti giovani atleti a effettuare le visite mediche per l’idoneità sportiva rivolgendosi a strutture a pagamento, quando sono gratuite per i minorenni; oppure a spostarsi all’ospedale di Jesi, o infine a rinunciare alla pratica agonistica. E, ovviamente, il caso aveva suscitato non poche polemiche.

Così come ne aveva suscitate l’episodio avvenuto alla piscina Saline, negata ai ragazzi disabili della Polisportiva Senigallia che ne avevano fatto richiesta: per loro è infatti disponibile solo il vecchio impianto del Molinello, dove svolgono attività solo sei ore alla settimana, dividendo le corsie con altri utenti. Una situazione poco dignitosa per la squadra sportiva dell’istruttrice Marta Mencarelli che potrebbe figurare come un vanto cittadino a cui sono seguite numerose proteste. Ora in III Commissione potrà finalmente trovarsi una soluzione.

I lavori della commissione potranno essere seguiti in diretta streaming sulla piattaforma digitale senigallia.halleymedia.com.