Centro Pagina - cronaca e attualità

Senigallia

Sporge denuncia ai carabinieri ma diceva il falso: nei guai a Ostra un 36enne

Un uomo di origini brasiliane si è presentato in caserma per una presunta sostituzione di persona, sostenendo che qualcuno aveva comprato un'auto a suo nome senza poi pagare i bolli. Dagli accertamenti è emersa la simulazione di reato

La stazione Carabinieri di Ostra dove è stata presentata la denuncia
La stazione Carabinieri di Ostra dove è stata presentata la denuncia

OSTRA – Acquistano un’auto a sua insaputa e lui fa denuncia contro ignoti ma alla fine si scopre che era tutto falso e la denuncia è a suo carico. Così potrebbe essere riassunta la vicenda di un 36enne di origini brasiliane deferito dai carabinieri di Ostra per simulazione di reato. 

L’uomo, che da oltre 15 anni è residente in Italia e da diverso tempo nella città in mezzo alla valle del Misa, si è recato in caserma per una denuncia verso ignoti per una presunta sostituzione di persona: ha infatti affermato che qualcuno, spacciandosi per lui, aveva comprato un’automobile nel 2012. Di tutto questo si sarebbe accorto solo di recente, quando gli sarebbe stata notificata una cartella esattoriale per i mancati pagamenti del bollo per alcuni anni.

I carabinieri di Ostra hanno effettuato i primi accertamenti sulla compravendita, da un privato, dell’auto al centro della vicenda, scoprendo però che era stato lui stesso ad acquistarla quasi 9 anni fa e sempre lui a non aver pagato quanto dovuto. L’auto, una Volvo, ora non è più nella disponibilità del giovane, classe ‘84, che è nel frattempo finito nei guai con una denuncia nei suoi confronti per simulazione di reato.